• Google+
  • Commenta
4 dicembre 2014

Linguaggi del Turismo: Master Roma Tre per esperti di linguaggi

Imparare inglese con Kaplan


Università degli Studi Roma Tre – Linguaggi del Turismo e Comunicazione Interculturale

Linguaggi del turismo

Linguaggi del turismo

Il Master in Linguaggi del Turismo si propone di formare esperti di linguaggi speciali e comunicazione culturale, soprattutto negli ambiti legati al settore turistico.

Fra gli obiettivi primari vi è quello di offrire ai laureati in materie umanistiche ed economiche (italiani e stranieri), e in particolare ai laureati in lingue e culture straniere, una preparazione specialistica che faciliti l’inserimento in ambito lavorativo nelle multiformi realtà legate al mondo del turismo: evoluzione del territorio, storia, arte, cultura, itinerari enogastronomici, comunicazione interculturale e socio-aziendale, rapporto con i media. A tale fine si promuove un contatto funzionale e fattivo con il mondo del lavoro per l’approfondimento pratico della formazione acquisita.

Il Master in Linguaggi del Turismo è rivolto ai possessori di laurea triennale e magistrale. Possono accedere al Master candidati sia italiani sia stranieri; questi ultimi, purché in possesso di una comprovata conoscenza della lingua italiana. E’ richiesta, per tutti, la conoscenza della lingua inglese e di almeno un’altra lingua dell’Unione Europea, anche a livello principiante.

La struttura didattica del Master in Linguaggi del Turismo

Il Master ha la durata 12 mesi (da gennaio a dicembre) ed è strutturato in Moduli sulla base di 60 crediti formativi da conseguire attraverso:a) cicli di conferenze e seminari di studio e ricerca b) corsi di insegnamento ed esercitazioni di lingue c) informatica per il turismo d) stage di sperimentazione operativa e didattica integrativa e) verifiche periodiche di accertamento delle competenze acquisite in relazione agli ambiti seguiti.

Gli insegnamenti del Master in Linguaggi del Turismo

Aspetti culturali del turismo: profilo storico, patrimonio ambientale e culturale, comunicazione turistica, accoglienza;
Aspetti tecnici e operativi: rassegna dei diversi ambiti del comparto, attori del turismo, politiche del turismo, tipologie di attività e relative competenze;
Linguaggi specifici del settore turistico, con esercitazioni di lingua inglese ed eventualmente spagnola, francese e tedesca.
Insegnamento informatico che conduce dall’alfabetizzazione alla conoscenza di applicativi inerenti alle professioni turistiche.

Stage e Sponsor del Master in Linguaggi del Turismo

Il percorso pratico consiste in un addestramento formativo presso aziende del settore turistico in Italia e all’estero. La qualità formativa che le aziende offrono è di livello molto elevato e questo consente ai candidati di ricevere una competenza pratica adeguata per l’ingresso nel mondo del lavoro. Gli stage di formazione vengono organizzati in base alle attitudini del candidato, ai risultati ottenuti nel corso del Master, agli obiettivi prefissati e ovviamente in base alla disponibilità delle aziende. I partner sono aziende leader del settore turistico nazionale ed internazionale e inseriscono lo stagista dopo aver esaminato il suo CV e averlo sottoposto ad intervista. Lo stage può durare da un minimo di 80 ore lavorative ad un massimo di 320 ore lavorative da svolgersi con orario part-time o full-time.


© Riproduzione Riservata