• Google+
  • Commenta
4 novembre 2015

International Cosmic Day all’Università del Salento

International Cosmic Day

Anche a Lecce l’International Cosmic Day: domani esperimento didattico con un prototipo di rivelatore per la misura del flusso dei raggi cosmici

International Cosmic Day

International Cosmic Day

Torna anche a Lecce, per la quarta volta, l’“International Cosmic Day”, l’evento mondiale organizzato dai più importanti centri di ricerca che operano nell’ambito della Fisica fondamentale – CERN di Ginevra, DESY ad Amburgo e FERMILAB di Chicago – grazie all’adesione del Dipartimento di Matematica e Fisica “Ennio De Giorgi” dell’Università del Salento e della sezione di Lecce dell’INFN.

Appuntamento domani, 5 novembre 2015, nell’aula M0 del Dipartimento (Collegio Fiorini, complesso Ecotekne, via per Arnesano, Lecce), dalle ore 9 alle ore 15.30, dove 80 studenti di 14 istituti superiori delle province di Lecce, Brindisi e Taranto lavoreranno assieme a coetanei di tutto il mondo come in una vera collaborazione scientifica internazionale.

Dopo una breve introduzione alla Fisica dei Raggi Cosmici, il programma della giornata prevede infatti la realizzazione di un “esperimento didattico” con l’utilizzo di un prototipo di rivelatore per la misura del flusso dei raggi cosmici al variare della direzione di provenienza.

Il rivelatore utilizzato è costituito da quattro piani di “scintillatore plastico” messi in coincidenza tra loro, e corredato con un sistema di acquisizione e visualizzazione dei dati raccolti facilmente utilizzabile dagli studenti. A seguire, video-chat con altri gruppi di Università italiane e straniere e pubblicazione dei risultati.

International Cosmic Day al Dipartimento di Matematica e Fisica UniSalento

Presso il Dipartimento di Matematica e Fisica “Ennio De Giorgi” dell’Università del Salento e la sezione INFN di Lecce opera da tempo, nell’ambito della Fisica delle Astroparticelle, un gruppo di ricerca di consolidata esperienza. L

e attività si sono svolte nel corso degli anni presso diversi laboratori nazionali ed esteri tra i quali quello del Gran Sasso, il laboratorio di Yangbajing in Tibet e il laboratorio Pierre Auger in Argentina. Gli esperimenti condotti, come MACRO, ARGO, AUGER, NESSIE, DAMPE, hanno coinvolto il gruppo in molteplici attività sia di progettazione e costruzione di rivelatori che di analisi dei dati raccolti.

Da sempre attivo nella divulgazione e nella didattica anche nelle scuole superiori, il gruppo di Fisica Astroparticellare partecipa sin dalla prima edizione all’International Cosmic Day.

Google+
© Riproduzione Riservata