• Google+
  • Commenta
8 Febbraio 2019

A scuola di teatro con Bicocca e Casa di reclusione di Opera

Don Chisciotte al teatro Libero di Milano
A scuola di teatro con Bicocca

A scuola di teatro con Bicocca

A scuola di teatro con Milano-Bicocca e la Casa di reclusione di Opera.

Nell’ambito del progetto Bbetween, al via il laboratorio teatrale “Mi Liberi Se”.

Un percorso educativo e professionalizzante con persone detenute.

Dall’incontro tra Università e carcere nasce il laboratorio esperienziale di teatro “Mi Liberi Se”.

Il nuovo percorso dedicato al teatro firmato Bbetween, il progetto dell’Università di Milano-Bicocca.

Pensato per accrescere e valorizzare le competenze trasversalidegli studenti e di tutti coloro interessati a partecipare alle iniziative proposte.

Per la prima volta un Ateneo apre le sue aule a persone detenute in regime di semi-libertà, dando vita a un processo educativo e professionalizzante attraverso il teatro.

Criminologia, sociologia, comunicazione interculturale, mediazione umanistica e giustizia riparativa.

Questi i temi che verranno affrontati durante il laboratorio teatrale, attraverso tecniche recitative e narrative, espressioni vocali, tecniche registiche e costruzione scenografica.

“MiLiberiSe: Theatrical Lab” si inserisce nell’area “Bbetween – Civic engagement”, dedicata all’approfondimento di tematiche di interesse civico e sociale. Il percorsoè proposto dal gruppo teatrale “Giochi di Luci e Ombre” e realizzato secondo il programma di trattamento della direzione della Casa di reclusione di Milano-Opera.

Il laboratorio sarà tenuto da Davide Mesfun, detenuto in regime di semi-libertà nel carcere di Opera, e da Florinda Volpe, studentessa di Servizio sociale dell’Associazione Alumni Progest-UNIMIB, con la supervisione dei docenti dell’Università di Milano-Bicocca e dell’Accademia di Brera, attori, registi, scenografi ed esperti che si alterneranno durante tutto il percorso teatrale.

Google+
© Riproduzione Riservata