Oroscopo Acquario Novembre 2020: studio e lavoro alla grande

Daniela Saraco 14 Novembre 2020

Indicazioni oroscopo Acquario Novembre 2020: consigli del mese, scopri se sarai fortunato nell’amore o nel lavoro, previsioni mensili di un segno di aria.

CLICCA SEGNO E PREVISIONI DEL GIORNO

Ariete
Ariete
Toro
Toro
Gemelli
Gemelli
Cancro
Cancro
leone
Leone
vergine
Vergine
bilancia
Bilancia
scorpione
Scorpione
sagittario
Sagittario
capricorno
Capricorno
acquario
Acquario
pesci
Pesci

L’oroscopo Acquario di novembre 2020 prevede un mese speciale con un ottimo inizio e una carica di energia positiva. Concentratevi  su questioni familiari e cercate di stabilire punti fermi perché a breve dovrete affrontare un cambiamento di rotta che richiede presa di responsabilità e impegno.

I nati sotto questo segno saranno inondati da una sensazione di felicità e raggiungeranno gli obiettivi sia in campo professionale che di studio. Non mancheranno i confronti che porteranno nuovi stimoli. La condizione astrologica consentirà, infatti, momenti favorevoli nel lavoro con tante idee,  con cui dimostrare  le vostre doti creative.

Con Venere e Mercurio dalla vostra parte, è il momento di valutare e accettare proposte e colpi di fortuna che vi permetteranno di affrontare alcune dinamiche che non sapevate come gestire. Una buona partenza, dunque, accompagnata da nuove certezze. E’, dunque, anche il momento opportuno di chiedere ed osare, proporsi nel lavoro e intrecciare collaborazioni interessanti  per la vostra posizione o attività. Per la situazione finanziaria, attenzione a muovere cifre importanti per acquisti o vendite, attendete ancora un po’.

Oroscopo Acquario Novembre 2020: necessarie decisioni nel mese in amore

Nel mese di novembre in amore potrete compiere scelte tese a migliorare il rapporto di  coppia. E’ il momento di costruire e soprattutto di mettere in pratica  gli aspetti concreti di una storia. Dovrete iniziare a parlare di argomenti seri  e dovrete avere la consapevolezza della strada da prendere e che direzione di vita scegliere. In prospettiva futura sono da valutare unioni civili e convivenza.

Dovreste cercare di esprimere i vostri sentimenti e aprirvi permettendo  all’altro di conoscervi nel profondo. L’amore va oltre le paure e si ciba dei desideri profondi affinchè si possano realizzare. Non negate di provare le vostre sensazioni. Non è detto che ciò che vi spaventi sia un ostacolo per gli altri. Il dialogo è sempre il migliore strumento per superare i limiti. Solo così il legame affettivo si rafforzerà e sarete in grado di fare progetti per il futuro.

Per i single, è arrivato il momento di lasciare le amicizie virtuali. Invitate ad uscire qualcuno che vi piace. Approfittate di Marte, Mercurio e  Venere  per trovare le giuste parole e attrarre chi riuscirà ad apprezzare le vostre doti. Mettetevi in gioco e non abbiate paura. Non sprecate la positività di questo mese!

© Riproduzione Riservata
avatar Daniela Saraco Sona una donna, una madre, una docente. Scrivo di scuola e di formazione perché è il mio mondo quotidiano. La Direzione di Controcampus mi ha affidato la rubrica sulla scuola, per aiutare a capire meglio le notizie che raccontano la realtà scolastica, con pochi e semplici passaggi: • Cronaca, ossia il racconto dei fatti interessanti accaduti nel mondo della scuola • Inchiesta, è l'approfondimento di un tema attraverso ricerche e interviste. • Intervista, è interessante fare due chiacchiere con una persona particolare che ci può raccontare un'esperienza o una sua opinione. Perché è così difficile raccontare la scuola sui giornali? Perché è difficile trovare giornalisti davvero specializzati nel settore, che ha le sue caratteristiche peculiari e anche il suo lessico giuridico. Far scrivere un articolo sulla scuola a qualcuno che non sa cosa sia un PTOF, ignora le direttive delle ultime circolari ministeriali, non conosce la differenza fra un concorso abilitante per entrare in ruolo e uno aperto solo agli abilitati è come affidare la spiegazione di un discorso finanziario a un giornalista che non mastica neppure i termini base dell'economia. Gli articoli che riguardano la scuola e i suoi problemi, solitamente, nelle redazioni ormai sono affidati in molti casi a cronisti generici. Questo perché, mancando pagine specializzate e un interesse continuativo per il settore, l'articolo parte quasi sempre da un fatto specifico di cronaca spicciola avvenuto in tale o tal altro istituto, e che viene portato a conoscenza dei media da persone estranee alla scuola stessa. Io, invece, essendo ferrata sulle normative del settore e sui termini tecnici e avendo una memoria storica consolidata di quanto è avvenuto in precedenza, racconto episodi e avvenimenti di cui capisco la reale sostanza. Una scuola non ha un ufficio stampa o un addetto ai rapporti con i media, il Ministero non interviene se non con scarni comunicati che riguardano cose sue, i Presidi si trovano a dover rispondere a domande che rischiano di toccare particolari aspetti della privacy degli alunni e che, se rivelati incautamente, possono avere pesanti ripercussioni sulle vite di ragazzi spesso minorenni. Ecco perché risulta importante e necessario far scrivere di scuola a chi la scuola la fa! Leggi tutto