Miastenia Gravis: cos’è la malattia oculare che ha Gattuso

Aniello Ianniello 29 Dicembre 2020

Si chiama Miastenia Gravis la malattia agli occhi di Gattuso: che è successo all'allenatore del Napoli, si chiedono tifosi e fan dell' ex giocatore del Milan e Nazionale.

Rino Gattuso malato: occhio semi chiuso e palpebra cadente sono i sintomi di una malattia di cui soffre il famoso allenatore del Napoli Calcio. Molti si chiedono se la malattia di Gattuso è grave, perché indossa occhiali speciali o addirittura ha l’occhio bendato.

Recentemente in un’intervista a Sky, l’allenatore del Napoli ed ex giocatore della Nazionale italiana, ha rivelato di soffrire di una malattia autoimmune. Un annuncio triste, perché una cura alla Miastenia Gravis oculare di cui Gattuso è malato non ha cura. In compenso ci sono terapie che possono alleviare i sintomi.

Gattuso e la malattia all’occhio, si chiama Miastenia Gravis: cos’è, causa, sintomi, cure

La miastenia oculare è una forma di patologia limitata ai muscoli degli occhi e delle palpebre. È una malattia autoimmune e insorge perché alcuni autoanticorpi inibiscono il meccanismo nervoso che permette la contrazione dei muscoli appartenenti al compartimento oculare.

La malattia di Gattuso all’occhio destro risulta difficile da diagnosticare, in quanto, dal punto di vista sintomatologico,  presenta sintomi che possono essere scambiati per altre patologie. Un errore in fase diagnostica può comportare la mancata pianificazione di un trattamento adeguato.

Si tratta di una condizione patologica in cui tutti i muscoli volontari si indeboliscono e si affaticano rapidamente. Non esiste una cura definitiva per questo problema, ma un trattamento adeguato aiuta a ridurre i sintomi e lo stress che possono comportare le conseguenze. I tipici sintomi della malattia oculare sono due: diplopia (o visione doppia) e ptosi (o palpebra cadente).

Gli altri Vip con la malattia oculare che ha Gattuso

Gennaro Gattuso è malato agli occhi, ma non è il solo personaggio famoso a combattere contro  questo problema Infatti, altri vip hanno lottato o lottano contro questa particolare patologia.

Tra questi rientrano il ricchissimo armatore greco Alexander Onassis. Anche Luciano Pavarotti era a conoscenze della malattia in quanto colpì sua figlia. Un vip soggetto a ptosi è il rapper milanese Gue Pequeno che definisce la sua condizione come un segno distintivo.

In ambito di personaggi famosi, anche se immaginari, si racconta che il disegnatore Walt Disney si ispirò ad un suo amico affetto da questa patologia, per caratterizzare Pisolo, uno dei sette nani della storia di Biancaneve. Anche Popeye, da noi noto come Braccio di Ferro, presenta una marcata ptosi all’occhio.

Cos’è la miastenia gravis: sintomi, cause e cure

I tipici sintomi della malattia degli occhi sono due: la diplopia e la ptosi.

Attualmente, non esiste una cura, ma soltanto una serie di trattamenti utili ad alleviare i sintomi.
Tra i trattamenti sintomatici, rientrano:

  • la somministrazione di inibitori della colinesterasi, farmaci che bloccano la colinesterasi, ossia l’enzima che degrada l’acetilcolina;
  • la somministrazione di corticosteroidi. I medici li prescrivono con l’intento di ridurre la risposta immunitaria e rendere meno aggressivi gli autoanticorpi, che impediscono il meccanismo di contrazione muscolare:
  • la somministrazione di immunosoppressivi. Lo scopo del loro utilizzo è di ridurre la risposta immunitaria, per rendere meno aggressivi gli autoanticorpi;
  • l’utilizzo di supporti per gli occhi e la vista. Per la diplopia, può servire bendare l’occhio che causa la visione doppia. Per la ptosi palpebrale, i medici potrebbero consigliare degli occhiali a stampella o delle lenti a contatto sclerali, allo scopo di sostenere la palpebra cadente.
© Riproduzione Riservata
avatar Aniello Ianniello Ha 24 anni ed è neolaureato in Consulenza e Management Aziendale con il massimo dei voti. Ha passioni contrapposte, ma conciliabili: da una parte arde il fuoco verso i temi politici e l'economia, dall'altra parte è evidente un crescente interesse verso la musica e lo spettacolo. Ama definirsi un cittadino del mondo globalizzato e tecnologico, dove non esistono barriere culturali e sociali. Leggi tutto