• Liguori
  • Rinaldi
  • Baietti
  • Pasquino
  • Tassone
  • Algeri
  • di Geso
  • Crepet
  • Santaniello
  • Ferrante
  • Casciello
  • Chelini
  • Valorzi
  • Bonanni
  • Quarta
  • Falco
  • Catizone
  • De Leo
  • Romano
  • Cacciatore
  • Mazzone
  • Grassotti
  • Scorza
  • Quaglia
  • Napolitani
  • Gnudi
  • Romano
  • Leone
  • Dalia
  • Alemanno
  • Cocchi
  • Buzzatti
  • Rossetto
  • Barnaba
  • Bruzzone
  • De Luca
  • Coniglio
  • Miraglia
  • Boschetti
  • Antonucci
  • Andreotti
  • de Durante
  • Gelisio
  • Paleari
  • Bonetti
  • Califano
  • Meoli
  • Ward
  • Carfagna

Oroscopo Acquario Gennaio 2022 di Poalo Fox: mese sottotono

Daniela Saraco 19 Dicembre 2021
D. S.
23/01/2022

Indicazioni oroscopo acquario gennaio 2022 di Paolo Fox: ecco le previsioni del mese con Saturno  e Urano dissonanti nel segno, il grafico dell’amore.

CLICCA SEGNO E PREVISIONI DEL MESE

Ariete
Ariete
Toro
Toro
Gemelli
Gemelli
Cancro
Cancro
Leone
Leone
Vergine
Vergine
Bilancia
Bilancia
Scorpione
Scorpione
Sagittario
Sagittario
Capricorno
Capricorno
Acquario
Acquario
Pesci
Pesci


Gennaio si presenta un mese impegnativo. Nell’ambito professionale non mancheranno tensioni, ansie e risorse. Dal punto di vista finanziario sono richiesti equilibrio e saggezza poiché sono aumentate le spese. I nati sotto questo segno dovranno, infatti, gestire bene il bilancio economico per non incorrere in problemi. La stabilità monetaria, infatti, manca. Saturno nel segno annuncia situazioni stressanti. Avete bisogno di serenità. Frustrazioni e pressioni nelle giornate del 8, 9, 15 e 16. Inoltre con Urano contrario badate bene a fare mosse azzardate.

Nervosismo ed insoddisfazione anche per i lavoratori dipendenti. Attenzione a sfuriate improvvise. Soprattutto per coloro che non possono cambiare patti ed accordi prima della primavera. Anche se questo comporterà di fare buon viso e cattivo gioco. Dal 16 al 24 situazione in miglioramento. Secondo l’oroscopo Acquario a Gennaio 2022 bisogna rispettare le regole se non volete incorrere in disagi. Cercate di recuperare armonia anche in famiglia, almeno durante le domeniche del mese. State lontani dal cibo spazzatura. Nella giornata del 19 badate bene a non affaticarvi. Sarà necessario liberare la mente da vecchi pregiudizi e dall’idea di complotti contro di voi. Il 2021 è stato un anno di rivoluzione. Speriamo che questo nuovo sarà, invece, liberatorio!

Oroscopo Acquario Gennaio 2022 di Poalo Fox: il Sole illumina i sentimenti

Mese particolare anche in amore, cari amici del segno. Secondo l’oroscopo Acquario a Gennaio 2022, infatti, sarebbe bene modificare il vostro modo di amare. Per qualcuno, addirittura sarebbe meglio cambiare partner. Se il cielo consiglia questo è perchè molti di voi, costretti in relazioni oramai infelici, cercheranno gioia in storie parallele. Il fascino della trasgressione vi è sempre piaciuto. Anche gli amici single, non avendo ancora intenzione di legarsi a rapporti stabili, vivranno relazioni occasionali. Insomma, vi tufferete a cuore aperto in tutto ciò che vi darà serenità. Venere sarà dalla vostra dai primi di marzo.

Dunque nessun aiuto dagli astri. Ma potreste usare tutto il vostro coinvolgimento emotivo per vivere situazioni coinvolgenti. Dal 20 il Sole entra nel segno, scaldando cuori e corpi. Buone le giornate del 23 e 24 per fare incontri interessanti. La Luna vi farà compagnia, invece, a fine mese. Attenzione a stare con due piedi in una scarpa. Sarà fondamentale una scelta. Vi aspetta un anno vivace, con tutte le sfumature della passione. Bisognerà, pertanto, dedicare queste sensazioni ad una sola persona. Lasciate che la vita vi offri quanto segnato nel vostro destino. Ma sappiate distinguere chi merita amore per darvi serenità. L’ amore non è immune da incomprensioni, ma è possibile superare una crisi. Ci saranno prove da superare. Ma alla fine trionferà il bene, la condivisione e l’unione. 

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Daniela Saraco Sona una donna, una madre, una docente. Scrivo di scuola e di formazione perché è il mio mondo quotidiano. La Direzione di Controcampus mi ha affidato la rubrica sulla scuola, per aiutare a capire meglio le notizie che raccontano la realtà scolastica, con pochi e semplici passaggi: • Cronaca, ossia il racconto dei fatti interessanti accaduti nel mondo della scuola • Inchiesta, è l'approfondimento di un tema attraverso ricerche e interviste. • Intervista, è interessante fare due chiacchiere con una persona particolare che ci può raccontare un'esperienza o una sua opinione. Perché è così difficile raccontare la scuola sui giornali? Perché è difficile trovare giornalisti davvero specializzati nel settore, che ha le sue caratteristiche peculiari e anche il suo lessico giuridico. Far scrivere un articolo sulla scuola a qualcuno che non sa cosa sia un PTOF, ignora le direttive delle ultime circolari ministeriali, non conosce la differenza fra un concorso abilitante per entrare in ruolo e uno aperto solo agli abilitati è come affidare la spiegazione di un discorso finanziario a un giornalista che non mastica neppure i termini base dell'economia. Gli articoli che riguardano la scuola e i suoi problemi, solitamente, nelle redazioni ormai sono affidati in molti casi a cronisti generici. Questo perché, mancando pagine specializzate e un interesse continuativo per il settore, l'articolo parte quasi sempre da un fatto specifico di cronaca spicciola avvenuto in tale o tal altro istituto, e che viene portato a conoscenza dei media da persone estranee alla scuola stessa. Io, invece, essendo ferrata sulle normative del settore e sui termini tecnici e avendo una memoria storica consolidata di quanto è avvenuto in precedenza, racconto episodi e avvenimenti di cui capisco la reale sostanza. Una scuola non ha un ufficio stampa o un addetto ai rapporti con i media, il Ministero non interviene se non con scarni comunicati che riguardano cose sue, i Presidi si trovano a dover rispondere a domande che rischiano di toccare particolari aspetti della privacy degli alunni e che, se rivelati incautamente, possono avere pesanti ripercussioni sulle vite di ragazzi spesso minorenni. Ecco perché risulta importante e necessario far scrivere di scuola a chi la scuola la fa! Leggi tutto