• Google+
  • Commenta
24 gennaio 2014

Ricercatore Unime scopre il tumore più antico mai individuato

Università degli Studi di MESSINA – Ricercatore Unime scopre il tumore più antico mai individuato

Ricerca Unime

Ricerca Unime

Parte dall’Unime una scoperta che coglie l’interesse dell’intera comunità scientifica internazionale. 

Si chiama CTVT (Canine Transmissible Venereal Tumor) ed è il tumore più antico del mondo diffuso tra i cani randagi, da 11 mila anni e per il quale esiste una cura. La scoperta, condotta con il Wellcome Trust Sanger Institute e l’Università di Cambridge, rappresenta il punto di arrivo di un lavoro di ricerca iniziato nell’Unime 85 anni fa.

La ricerca Unime, balzata agli onori della stampa scientifica internazionale, è ancora in itinere ed è finalizzata a sequenziare il genoma del tumore e a confrontarlo con i tumori prelevati nelle varie parti del mondo, considerando che questo è un cancro atipico che in 11 mila anni si è evoluto adattandosi, come un parassita, di volta in volta al suo ospite. “Si tratta – spiega il prof. Gabriele Marino del Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Unime – della più antica linea cellulare somatica che si conosce, un cancro clonale trasmissibile che si propaga naturalmente attraverso il contatto tra cani e preferibilmente attraverso l’accoppiamento. Il genoma di questa malattia e la relativa cura – continua Marino – ci aiuterà a comprendere i processi che consentono al cancro di essere trasmesso e di essere pronti nel caso in cui un tumore di questo tipo dovesse comparire in altre specie, uomo incluso”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal prof. Antonino Germanà, Prorettore Unime con delega all’Internazionalizzazione. “La ricerca del prof. Gabriele Marino rispecchia una sinergia virtuosa tra il nostro Ateneo e prestigiosi centri e istituzioni accademiche estere: dall’Università di Cambridge e di Londra, a centri di ricerca australiani e brasiliani. Il successo scientifico del lavoro che vede coinvolto il prof. Marino, – prosegue Germanà – conferma l’attenzione che l’Unime sta riservando ai temi dell’internazionalizzazione e della ricerca di qualità, i quali rappresentano una linea guida imprescindibile per lo sviluppo della nostra comunità accademica”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy