• Google+
  • Commenta
9 gennaio 2014

Tragedia a Lecce, Andrea studente muore al liceo: la denuncia di Link

Il Luogo della Tragedia

Tragedia in una scuola del leccese, Andrea De Gabriele, studente di 17 anni,  del Liceo Scientifico Cosimo De Giorgi è morto precipitando nel vuoto a causa del cedimento di parte del solaio nel cortile della scuola dove era iscritto.

Tragedia al Liceo Scientifico Cosimo De Giorgi

Tragedia al Liceo Scientifico Cosimo De Giorgi

Lo studente 17enne Andrea De Gabriele, secondo la ricostruzione dei fatti, pare volesse recuperare il suo giubbotto.

Andrea a messo un piede in un punto sbagliato sul solaio, in una zona dedicata alle attività di educazione fisica.

Alla tragedia hanno fatto subito seguito polemiche accuse e denunce, delle instituizioni e sopratutto degli studenti, amici o meno di Andrea, di uno loro collega e coetaneo.

E’ l’associazione Link Lecce che fa conoscere tra gli studenti il dispiacere e si unisce alla famiglia per la tragedia che ha colpito il giovane Andrea.

“Questa mattina una tragedia si è verificata presso la succursale del liceo scientifico De Giorgi di Lecce. Andrea ha perso la vita a soli 17 anni. La notizia di una giovane vita spezzata lascia sempre senza parole e la rabbia è il sentimento che prevale, soprattutto se si tratta di un ragazzo come noi, di un nostro compagno di scuola.” – dice Link Lecce circa la Tragedia nella scuola Leccese –

Tragedia al Liceo

Tragedia al Liceo

“Morire a scuola è per noi inaccettabile, a scuola, che dovrebbe essere zona franca.

Come Rete della Conoscenza, Unione degli Studenti, Link Lecce e MAS di Lecce vogliamo esprimere la nostra più sincera solidarietà alla famiglia, agli amici ed ai compagni di scuola di Andrea e porre nuovamente l’attenzione di tutti su una riflessione: nelle nostre scuole la sicurezza non è garantita.

Le nostre scuole continuano ad essere fatiscenti e pericolanti.” – Continua Link –

“Questo episodio sarebbe potuto accadere all’interno di una delle tante scuole pericolanti della nostra provincia e del nostro paese. Come studentesse e studenti non lo possiamo accettare e riteniamo che non si possa attendere l’ennesima tragedia affinché l’opinione pubblica e la classe politica si rendano conto dell’emergenza che si vive quotidianamente nelle nostre scuole.”

Il Luogo della Tragedia

Il Luogo della Tragedia

“La Rete della Conoscenza, da anni, promuove le mobilitazioni degli studenti e rivendica una scuola più sicura, ma i Governi si sono sempre dimostrati impassibili di fronte a queste istanze. Non bastano di certo 300 milioni, approvati dal Governo Letta nell’ultima finanziaria, per ristrutturare e mettere a norma le scuole di tutto il paese, ma la stessa Protezione Civile stima un intervento complessivo di 13 miliardi.”

“Le autorità devono iniziare ad ascoltare chi vive ogni giorno la precarietà dei luoghi della formazione, chi denuncia ormai da anni queste condizioni di fatiscenza e di insicurezza.

Devono ascoltarci quando chiediamo i tavoli tecnici e quando documentiamo la situazione del sistema scolastico, devono ascoltarci quando urliamo che la scuola pubblica deve essere in cima all’elenco delle priorità del nostro paese.”

Conclude Link Lecce circa la Tragedia nella scuola Leccese –


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy