• Google+
  • Commenta
17 aprile 2014

Piano Strategico Unitn all’esame del Consiglio Di Amministrazione

Università degli Studi di Trento – Il Piano Strategico All’esame del Consiglio Di Amministrazione dell’Unitn

Il CdA Unitn ha analizzato e discusso gli obiettivi formativi, di ricerca e di trasferimento delle conoscenze a cui l’Unitn intende dare attuazione nel triennio 2014-2016

Il Piano strategico dell’Unitn per il triennio 2014-2016, dopo il passaggio in Senato accademico di mercoledì 2 aprile, oggi è stato al centro del Consiglio di Amministrazione dell’Unitn, riunito nella sede del Rettorato in via Calepina. Il CdA ha esaminato e discusso il documento e si riserva una valutazione nel corso di una prossima seduta.

Il documento è stato sviluppato e predisposto dal Senato accademico a partire dai documenti base prodotti dalle tredici strutture dell’Ateneo (dipartimenti e centri) e con il contributo della Consulta del personale tecnico e amministrativo e degli studenti. Il volume espone gli obiettivi formativi, di ricerca e di trasferimento delle conoscenze a cui l’Unitn intende dare attuazione nel triennio 2014-2016. Ne descrive le motivazioni. Ne illustra la sostenibilità soffermandosi su condizioni, risorse e azioni per perseguirli e strumenti per verificarne l’attuazione.

Il Piano, un volume di 114 pagine, si apre con il motto “Vogliamo un ateneo aperto al mondo e radicato sul territorio, che abbia impatto globale e contribuisca allo sviluppo della società” e con l’introduzione della rettrice Daria de Pretis.

Si compone di 5 capitoli dedicati a “Il modello di università a cui tendiamo”, “Il posizionamento dell’Unitn nel sistema universitario nazionale”, “Obiettivi e politiche di Ateneo”, “Le azioni specifiche”, “Risorse aggiuntive per la realizzazione delle azioni previste” ed è corredato da un’ampia appendice statistica.

Presenta lo stato dell’arte dell’Unitn, si concentra sulle componenti strategiche (formazione, ricerca, innovazione e trasferimento delle conoscenze), sulle dimensioni trasversali (internazionalizzazione, partnership, responsabilità sociale e carattere inclusivo della comunità accademica, autovalutazione e valutazione) e sui fattori abilitanti (persone, infrastrutture, servizi, risorse economiche). Sul fronte della ricerca tratta di azioni per grandi aree tematiche e della loro articolazione rispetto alle aree di intervento, di criteri di allocazione delle risorse finanziarie relativamente agli obiettivi di ricerca, di finanziamenti a giovani ricercatori per la partecipazione a bandi competitivi, di fondo per la premialità e di risorse aggiuntive per la realizzazione delle azioni previste.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy