• Google+
  • Commenta
4 giugno 2014

Jobs Act, quale futuro per i giovani in impresa: incontro Unibo

Jobs Act

Università di Bologna – Jobs Act: quale futuro per i giovani in impresa: ne parlano all’Unibo

Jobs Act

Jobs Act

Quale futuro per i giovani in impresa? Come la riforma del lavoro potrà risolvere o almeno moderare il dramma della disoccupazione giovanile?

Sono i temi di grande attualità di cui si discuterà nella tavola rotonda a Villa Guastavillani, venerdì 6 giugno, alle 15.30.

Jobs Act. Stay Busy è il titolo dell’incontro, promosso dal Master in Diritto del Lavoro e dal Master in Gestione delle Risorse Umane, in occasione della conclusione delle attività didattiche, con l’obiettivo di affrontare il tema in maniera interdisciplinare.

Jobs Act Stay Busy: incontro a Unibo

La tavola rotonda a Unibo, che sarà introdotta dai direttori dei due Master Universitari Alberto Pizzoferrato e Gabriele Morandin, vedrà la partecipazione di Paolo Pennesi (Segretario Generale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), di Elisabetta Caldera (Direttore Risorse umane e Organizzazione di Vodafone ed ex studente dell’Università di Bologna), Pierangelo Albini (Direttore Relazioni Industriali e Affari Istituzionali di Confindustria) e Tiziana Primori (Direttore Sviluppo e Gestione delle Partecipate di Coop Adriatica e Vice Presidente di Eataly), Giovanni Masino (Università di Ferrara) e Marina Brollo (Università di Udine).

I lavori a Unibo saranno coordinati da Elisabetta Gualmini (Presidente Istituto Cattaneo), mentre le conclusioni saranno affidate ad Alberto Orioli, Vicedirettore de “Il Sole 24 Ore” ed esperto di politiche del lavoro.

“Il Jobs Act sta generando molte aspettative – spiega il professor Pizzoferrato – ma c’è il rischio di fraintendimenti e di inesatta comprensione dei principali snodi applicativi. Ecco perché è importante che i giovani conoscano questo decreto, abbiamo l’opportunità di discuterlo con degli esperti, comprendendone le implicazioni, anche al fine di prendere decisioni migliori per il loro futuro.”

“Vediamo che i partecipanti ai Master chiedono meno garanzie e più opportunità – prosegue il professor Morandin -. Opportunità di apprendere, di contribuire, di essere impegnati in progetti. Da qui l’idea di completare il titolo del convegno con l’espressione stay busy. I Master offrono queste opportunità e in questo senso è molto importante la collaborazione con le istituzioni e le imprese partner, per poter dare gambe alle idee e ai progetti dei giovani, anche dopo la fine del master.”

Dopo la tavola rotonda a Unibo su Jobs Act, saranno consegnati i diplomi ai partecipanti al Master in Diritto del Lavoro e verrà dato il via ai progetti in impresa dei partecipanti al Master in Gestione delle Risorse Umane.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy