• Google+
  • Commenta
8 agosto 2014

Chiara Invernizzi Unicam ricevono il Premio Secondo Franchi 2013

Chiara Invernizzi

Università degli Studi di Camerino – “Premio Secondo Franchi 2013” ad un interessante lavoro di ricerca Unicam

Chiara Invernizzi

Chiara Invernizzi

La Società Geologica Italiana ha assegnato il “Premio Secondo Franchi 2013” ad un lavoro Unicam condotto nell’ambito della tesi di dottorato della dott.ssa Valentina Cantarelli dal titolo “Storia termica del bacino Aragon-Bearn (tardo Paleozoico, Pirenei occidentali, Spagna), intuizioni sull’evoluzione tettonica del bacino”, che è stato pubblicato dall’Italian Journal of Geosciences.

La ricerca della Prof.ssa Chiara Invernizzi

Lo studio è stato condotto dalla dott.ssa Cantarelli sotto la supervisione della Prof.ssa Chiara Invernizzi, docente Unicam in Geologia Strutturale, ed in collaborazione con l’Università di Saragozza, in Spagna, e con l’Università di Roma Tre. Il “Premio Secondo Franchi”, intitolato ad uno dei maggiori geologi rilevatori italiani, sarà consegnato a Milano il prossimo 10 settembre presso l’Aula Magna dell’Università di Milano, in occasione della cerimonia di apertura della 87° edizione del Congresso Nazionale della Società Geologica Italiana. Il Premio, che è assegnato ogni anno dalla Società Geologica Italiana al migliore lavoro pubblicato nei periodici sociali, è stato attribuito al lavoro Unicam per il suo contributo originale ed innovativo.

“Questo riconoscimento – sottolinea la Prof.ssa Chiara Invernizzi – rappresenta per noi motivo di grande soddisfazione. Il lavoro premiato riguarda una parte della tesi di dottorato di Valentina Cantarelli ed è incentrato sull’evoluzione termica di un bacino tardo Paleozoico dei Pirenei Occidentali. Dopo una parte di rilevamento e di indagine sul terreno nell’area dei Pirenei, nel bacino di “Aragon-Bearn”, sono state svolte indagini di laboratorio specifiche, con metodologie diverse: a Camerino, in particolare, sono state fatte importanti osservazioni nel laboratorio per l’indagine sulle inclusioni fluide. Mediante questo tipo di analisi siamo riusciti a capire in quali condizioni si è evoluto il bacino paleozoico, che quindi risale ad alcune centinaia di milioni di anni fa, in un’area ora sollevata ma che all’epoca era un bacino continentale e nella quale la situazione tettonica e le temperature erano piuttosto diverse da quelle attuali. Le indagini sulle inclusioni fluide hanno consentito di ricostruire le paleo temperature e le paleo pressioni presenti, al momento della sua formazione, nel bacino di “Aragon-Bearn”.

“Le inclusioni – prosegue la Prof.ssa Chiara Invernizzi – sono delle piccole bolle di fluido di varia composizione che si intrappolano all’interno dei cristalli nel momento in cui il cristallo si sta formando e quindi mantengono la memoria delle condizioni ambientali di pressione e temperatura di quel periodo, consentendo così di comprendere i vari passaggi dell’evoluzione della catena pirenaica. Il valore dell’indagine aumenta se viene affiancata da altre metodologie come, ad esempio, quelle sui minerali argillosi e sui residui di materia organica nei sedimenti condotte all’Università di Roma Tre che hanno dato risultati confrontabili con quelli delle inclusioni fluide, avvalorando le nostre ipotesi sull’evoluzione di quest’area. Il metodo delle inclusioni fluide viene usato anche in altri settori come le indagini relative alla presenza di idrocarburi e alla loro qualità o, come stiamo facendo anche di recente nel nostro Ateneo, per lo studio sull’applicazione e lo sfruttamento dell’energia geotermica”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy