• Google+
  • Commenta
8 gennaio 2015

Azione Universitaria Unict: budget ai dipartimenti‏ Università di Catania

Azione Universitaria e Rettore Unict

Università degli Studi di Catania – Azione Universitaria su riorganizzazione assegnazione budget ai dipartimenti‏ Università di Catania

Azione Universitaria e Rettore Unict

Azione Universitaria e Rettore Unict

Giornata intensa quella del 29 Dicembre per gli organi collegiali dell’Ateneo di Catania. In particolare il punto 10 O.d.G del Consiglio di Amministrazione è quello che è stato oggetto di ampia discussione.

Tale punto riguardava infatti i Criteri di ripartizione del budget da distribuire ai singoli dipartimenti, argomento scottante per tutto il personale delle strutture didattiche.

Azione Universitaria: Criteri di Ripartizione del budget per il Rettore

Criteri di Ripartizione del budget che secondo il Magnifico Rettore Prof. Giacomo Pignataro devono seguire le direttive del Ministero, il quale attua criteri simili a quelli proposti dalla Commissione all’uopo istituita presso l’Ateneo di Catania, per finanziare gli Atenei Italiani.

Ciò al fine di fornire incentivi per il raggiungimento degli obiettivi prefissati dagli organi di governo dell’Ateneo. Da questo nuovo metodo di assegnazione del budget saranno escluse momentaneamente le strutture decentrate di Ragusa e Siracusa che continueranno a ricevere lo stesso budget dell’anno precedente, per non danneggiare ulteriormente queste realtà che già soffrono il decentramento strutturale dall’ Ateneo.

“La commissione ha adottato vari criteri tenendo conto del numero di docenti operativi, cioè coloro che hanno contribuito efficacemente con ricerche e progetti, con delle opportune ponderazioni in base ai dipartimenti di appartenenza”.- Fa sapere Azione Universitaria –

“Un altro fattore è legato agli studenti, – continua –  ed in particolare il numero di allievi in corso e di quelli fuori corso. A tal proposito con un emendamento proposto dai Rappresentanti degli Studenti Fabrizio Parla e Monterosso, si è attribuito punteggio 0.10 agli studenti fuori corso anziché 0.20 come inizialmente proposto dalla commissione, al fine di assicurare un incentivo in più per i Dipartimenti a mettere in atto tutti gli strumenti volti a limitare questo fenomeno che ogni anno è causa della perdita di milioni di euro per l’Ateneo. Nel calcolo si tiene conto degli studenti che superano il 2° anno con un numero di Cfu pari ad almeno 40 e di quelli che hanno acquisito almeno 9 Cfu all’estero premiando i Dipartimenti che hanno superato la percentuale di Ateneo.”

“Un ottimo punto di partenza” – afferma il Consigliere Fabrizio Parla di Azione Universitaria “secondo il quale ”è meritocratico valorizzare i Dipartimenti che aiutano a migliorare la qualità del nostro Ateneo nel reperimento dei fondi assegnati ogni anno dal Ministero. Inoltre tali criteri di distribuzione del budget sono un forte incentivo per i Dipartimenti che non hanno ancora sfruttato a pieno tutti gli strumenti atti a migliorare la didattica, i servizi e le performance. Alla luce di quanto approvato dovranno adoperarsi in tal senso e sono certo che gli studenti ne beneficeranno”.

Conclude Claudio Bellamia – Rappresentante degli Studenti in Senato Accademico di Azione Universitaria: “Credo che puntare sulla ricerca, l’internazionalizzazione e la qualità della didattica sia la base per migliorare il nostro ateneo in favore dei colleghi studenti. Lo scopo è quello di formare sempre di più gli studenti e prepararli al mondo del lavoro, obiettivo cui il ruolo dell’Università è fondamentale, ed è per questo che bisogna guardare con favore a proposte che consentono una più efficace riorganizzazione del nostro Ateneo”


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy