• Google+
  • Commenta
30 marzo 2015

Valentina Accattino primo dottore di ricerca in altro apprendistato a Unito

Valentina Accattino

Università degli Studi di Torino – Valentina Accattino primo dottore di ricerca in altro apprendistato a Unito

Valentina Accattino

Valentina Accattino

Oggi, presso la Sala Lauree del Dipartimento di Psicologia (Via Verdi 10), è stata proclamata, tra i primi in Italia, Dottore di ricerca in Alto Apprendistato Valentina Accattino, laureata in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione  (nata a Torino  il 30/9/1983) .

Il titolo della tesi di Valentina Accattino è “Prevenire l’aggravarsi di demenze attraverso l’impegno in attività.

Una ricerca-intervento quella di Valentina Accattino sugli anziani in Piemonte: analisi longitudinale di variabili psicosociali” riassume il progetto di validare un modello di terapia cognitiva adeguato per la promozione del benessere in anziani ospiti di strutture socio-sanitarie residenziali. Tale ricerca presuppone un contesto ecologico come rappresenta la residenza Casa Mia Borgaro dove Valentina ha svolto la sua attività a partire da gennaio 2012. Presso tale struttura è stato possibile integrare una serie di attività di accompagnamento e assistenza mediante nel percorso dell’apprendistato che hanno consentito l’integrazione della ricerca con l’intervento e la cura.

Valentina Accattino e l’Alto Apprendistato tra l’Università di Torino, la Regione Piemonte

L’Alto Apprendistato di Valentina Accattino è reso possibile grazie alla collaborazione tra l’Università di Torino, la Regione Piemonte e le aziende piemontesi per offrire da un lato al sistema produttivo servizi formativi altamente qualificati e ai giovani occasioni di impiego stabile unitamente alla possibilità di conseguire un di titolo di studio  accademico. Il dottorato di ricerca in apprendistato rientra in questa politica generale e consente di sviluppare progetti di ricerca concordati tra impresa e istituzione universitaria nell’ambito del percorso di dottorato seguito dal giovane apprendista.

In particolare il Bando per l’acquisizione del titolo di “DOTTORE DI RICERCA” in esercizio di apprendistato è finalizzato alla progettazione e realizzazione, in collaborazione con le aziende, di progetti di ricerca e per l’acquisizione del titolo di “Dottore di Ricerca”.

L’Università di Torino dal 2011 ad oggi ha visto finanziati 9 progetti di dottorato in apprendistato per un totale di circa 208.000,00 €. Il primo nel 2011 sul Dottorato in Scienze Psicologiche, Antropologiche e dell’Educazione, che termina appunto con la proclamazione del 30 marzo. Altri sei progetti sono stati finanziati nell’anno 2013 e in particolare sono  uno sul Dottorato in Fisica e Astrofisica, uno sul Dottorato in Scienze Chimiche e dei Materiali e quattro sul Dottorato in Scienze Farmaceutiche e Biomolecolari. Infine, gli ultimi due sono stati finanziati nel 2014 e sono in particolare uno sul Dottorato in Scienze Chimiche e dei Materiali e uno sul Dottorato in Scienze Agrarie, forestali e agroalimentari.

“Questa proclamazione dimostra concretamente quanto il nostro Ateneo risponda alle necessità del territorio, locale ma anche nazionale, in questi momenti di crisi produttiva ed inoccupazione – così commenta il Rettore dell’Università di Torino, prof. Gianmaria Ajani – La risposta positiva delle aziende conferma che la strada intrapresa per lo sviluppo del territorio e l’inserimento nel mercato del lavoro dei giovani laureati è quella corretta”.

“La Regione Piemonte – dichiara l’assessore all’Istruzione, Lavoro e Formazione professionale Giovanna Pentenero – intende favorire il dialogo Università – Impresa, intensificandone i rapporti all’interno della realtà economico-produttiva piemontese, agendo sia sulla leva dello sviluppo dell’innovazione e della ricerca sia sulla leva occupazionale. Il dottorato in apprendistato valorizza le imprese in qualità di soggetti formativi che co-progettano, insieme agli Atenei, il percorso accademico. Crediamo che si renda sempre più necessaria la sinergia tra istituzioni, aziende, Università per cercare di vincere la sfida che i numeri della disoccupazione giovanile ci pongono di fronte. I miei complimenti quindi alla dottoranda, e un grosso augurio per il suo futuro.”


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy