• Google+
  • Commenta
12 giugno 2015

Tasse Univr e contributi studenteschi universitari a.a. 2015-2016

Finanziamenti iniziative culturali

Università degli Studi di Verona – Venerdì 29 maggio il Consiglio di amministrazione dell’Università di Verona ha approvato la delibera su Tasse Univr e contributi per il prossimo anno accademico

Tasse Univr 2015-2016

Tasse Univr 2015-2016

La contribuzione studentesca rimane sostanzialmente invariata, salvo il piccolo aggiustamento al tasso d’inflazione programmato.

Le condizioni della nuova polizza assicurativa hanno portato l’importo del premio per l’assicurazione infortuni da euro 3,50 a euro 6,96, e l’importo del premio suppletivo per responsabilità civile a carico degli studenti del corso di Odontoiatria e Protesi Dentaria da euro 227,00 a euro 36,68.

Una novità sulle Tasse Univr riguarda gli studenti in difetto del solo esame di laurea, che beneficeranno di un esonero del 50% dei contributi dal secondo anno in cui si trovino in tale condizione.

Accolta dunque con favore la proposta sulle Tasse Univr 2015-2016 formulata dal Consiglio degli Studenti di rimodulare, ulteriormente a quanto proposto dalla Commissione per il Diritto allo Studio, l’indennità di mora per il ritardo nei pagamenti, ridotta per l’anno prossimo da 50 a 20 euro fino al sessantesimo giorno di ritardo (100 euro dal sessantesimo in poi).

Confermati inoltre gli incentivi per i laureati nei termini di durata normale del corso di studio e all’operosità degli studenti. Si rileva, soprattutto, la riduzione dei contributi e tasse Tasse Univr di 500 euro per chi consegue una laurea triennale nei tempi previsti e si iscrive per l’anno successivo a una magistrale o a un master, e la riduzione di 400 euro per gli studenti al primo anno di una triennale o di una magistrale a ciclo unico che abbiano conseguito, entro la sessione d’esame autunnale, almeno 50 crediti formativi universitari. Invariato anche l’importo dell’esonero della quota di contributi dovuti con la prima rata per diplomati con voto di maturità 100/100, pari a 500 euro.

Gli studenti dell’Università di Verona sulle Tasse Univr 2015-2016

“Non posso che ritenermi soddisfatta per l’approvazione, da parte del Consiglio di Amministrazione, della nostra richiesta relativa ad un’ulteriore rimodulazione della mora – commenta Jenny Romeo presidente del Consiglio degli studentimantenendo invariate le tranche di mora individuate dalla Commissione del Diritto allo Studio, abbiamo agito sul lasso temporale in cui esse vigono, andando così a migliorare la situazione di circa 400 studenti e studentesse matricole che, secondo calcoli effettuati con l’ufficio Diritto allo Studio rispetto alle stime di mora dell’anno accademico 2012/2013, hanno effettuato il pagamento della prima o della seconda rata tra il quarantaseiesimo e il sessantesimo giorno. É, dunque, un risultato molto importante, credo che in periodi difficili come questi sia necessario fare qualunque cosa pur di tutelare gli studenti e le studentesse anche e soprattutto sull’aspetto economico”.

“Le contribuzioni ridotte per gli studenti meritevoli sono importantissimi incentivi, anche se gli studenti non sempre ne conoscono le caratteristiche (scadenze, importi, obiettivi da conseguire) – aggiunge Luca Capuzzo, rappresentante degli studenti in Consiglio di amministrazione per la lista Suv (Studenti universitari veronesi) – lavorando su un’informazione più chiara daremo massima efficacia a questi incentivi, motivando gli studenti ad abbreviare le proprie carriere universitarie”.

“Anche quest’anno il nostro ateneo ha deciso di limitarsi ad adeguare il contributo degli studenti al tasso di inflazione programmata cercando, anche con altre scelte, di andare nella direzione di favorire gli studenti che possono trovarsi in difficoltà economiche – conclude Giorgio Gosetti, delegato del rettore al Diritto allo studio e alle politiche per gli studenti Le scelte adottate devono, inoltre, essere valutate anche guardando a quanto l’ateneo sta facendo per garantire a tutti gli studenti idonei la borsa di studio e per avviare nuovi servizi come, ad esempio, quelli di counselling e orientamento in itinere che dovrebbero aiutare nelle fasi di difficoltà durante il percorso di studio. La ricerca di un equilibrio fra attenzione alle condizioni economiche e premio del merito ci sta, quindi, guidando nelle scelte e anche nei prossimi anni saremo chiamati a porre attenzione alla continuità dei percorsi dei nostri studenti”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy