• Google+
  • Commenta
3 luglio 2015

Chiara Monti neolaureata Insubria vince premio European Proteomics Association

Chiara Monti

Università degli Studi Insubria Varese-Como – Chiara Monti Neolaureata Insubria vince premio european proteomics association

Chiara Monti

Chiara Monti

Diventa anche tu la testimonial della tua Università e vinci ricchi premi: scopri come è semplice. 

È Chiara Monti, 24 anni di Varese, laureata a febbraio in Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica all’Università degli Studi dell’Insubria, sede di Busto Arsizio, la vincitrice del premio per il miglior poster riservato ai neolaureati dalla European Proteomics Association.

Durante il convegno della società europea di proteomica che si è svolto tra EXPO2015 e Università di Milano dal 23 al 28 Giugno 2015, il comitato presieduto dal Professor Karl Mechtler dell’Istituto di Patologia molecolare di Vienna ha selezionato i migliori poster presentati da giovani congressisti che avessero conseguito la laurea magistrale da meno di un anno.

Il lavoro della Neolaureata Insubria Chiara Monti

Il lavoro di Chiara Monti, svolto presso la Sezione di Ricerca Biomedica del DiSTA a Busto Arsizio e coordinato dalla Dottoressa Tiziana Alberio, si è focalizzato su un approccio “Systems Biology” dei meccanismi molecolari condivisi tra diverse malattie neurodegenerative, in particolare l’Alzheimer, il Parkinson e la SLA.

Lo studio di Chiara Monti ha riguardato l’analisi bioinformatica di 7819 proteine che sono state associate ad almeno una di queste malattie in studi di proteomica. L’analisi ha permesso di identificare le vie metaboliche associate a solo una delle patologie, condivise da almeno due, o comuni a tutte e tre.

La pubblicazione su Frontiers in Cellular Neuroscience di un simile studio sulla disfunzione mitocondriale nella malattia di Parkinson

Oltre alla grande soddisfazione, che segue a quella della pubblicazione su Frontiers in Cellular Neuroscience di un simile studio sulla disfunzione mitocondriale nella malattia di Parkinson, la dottoressa Monti ha ricevuto un assegno di 500 euro che le permetterà di approfondire le sue competenze nella materia, contribuendo a consolidare la Systems Biology come un’eccellenza dell’Università degli Studi dell’Insubria.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy