• Google+
  • Commenta
10 novembre 2015

Pensione anticipata: ultime notizie e le novità della riforma pensioni

Ultime notizie riforma pensioni

Ultime notizie sulla riforma pensioni: arriva la proposta del PD – partito democratico rispetto alla pensione anticipata.

Ultime notizie riforma pensioni

Ultime notizie riforma pensioni

Dopo lo stop del governo Renzi alla riforma pensioni di Boeri, le ultime news riguardano un nuovo emendamento alla Legge di Stabilità che consentirebbe di ottenere la pensione anticipata.

La proposta Pd, firmata da Giorgio Santini, introduce il prestito pensionistico ai lavoratori a cui manchino non più di 5 anni alla pensione di vecchiaia o alla pensione anticipata.

Le ultime novità sembrano sempre di più spostare l’attenzione dalla riforma pensioni di Boeri a nuovi emendamenti alla Legge di Stabilità in fatto i materia previdenziale.

Le ultime news riguardano le pensioni anticipate, che troverebbero attuazione in una proposta presentata dagli stessi esponenti del Partito Democratico.

Il dossier “Non per cassa ma per equità” del Presidente dell’Inps ha trovato poco consenso da parte di sindacati, esponenti del mondo politico impegnati nella lotta previdenziale, nonché da parte dello stesso Matteo Renzi che, ricordiamo, ha sempre stimato Tito Boeri.

In pratica l’attuazione della proposta di Boeri su una riforma pensioni basata sul sistema del contributivo rischierebbe di toccare troppi interessi, facendo crescere il malumore di alcuni italiani che subirebbero dei tagli. Inoltre il consenso nei confronti di Matteo Renzi diminuirebbe di circa un milione di voti, anche per questo motivo la posizione del Premier è cambiata negli ultimi due anni in fatto di materia previdenziale.

Come pubblicato oggi da L’Espresso, benché il piano Boeri a regime costi molto meno della cancellazione della tassa sulla prima casa, è qui che il governo ha deciso di concentrare le risorse: perché crea più consenso.

Riforma pensioni anticipata: emendamento sul prestito previdenziale

Una delle novità delle ultime ore è proprio l’introduzione di un nuovo regime sperimentale, il cosiddetto APA, oppure Assegno Previdenziale Anticipato. In pratica con questa nuova proposta si cercherà di introdurre nella riforma pensioni 2016 una nuova possibilità per richiedere le pensioni anticipate, o meglio un prestito pensionistico. Per ottenere quest’assegno è necessario aver maturato, entro il 31 dicembre 2017, i requisiti idonei a conseguire, entro i cinque anni successivi alla data di presentazione della domanda, il diritto alle pensioni anticipate o di vecchiaia.

Per chiedere la pensione anticipata i requisiti necessari sono: essere disoccupati; non beneficiare già di alcuna altra pensione, come quella di invalidità; essere i beneficiare di una pensione di importo non inferiore a due volte l’importo del trattamento minimo INPS (cioè circa mille euro lordi).

Due terzi dell’importo dell’assegno, pari a circa 760 euro al mese per tredici mensilità, sarà recuperato tramite micro-prelievi sull’assegno pensionistico una volta che il lavoratore maturerà il diritto alla pensione. La restante parte del sostegno è invece posta a carico dello Stato.

Novità pensione anticipata prima del 2015: freno alle penalizzazioni

Le ultime notizie sulla riforma pensioni continuano ad essere positive perche si registrano importanti novità anche per le pensioni anticipate prime del 2015. Mentre per chi chiede la pensione anticipata nel 2015 e fino al 2017 non sono previste penalizzazioni dalla riforma Fornero, diverso è il discorso per chi ha usufruito della possibilità di accedere all’assegno pensionistico anticipato prima del 2015.

Infatti per questi pensionati sono scattate le decurtazioni previste, ma che vorrebbero essere eliminate da un emendamento all’oggi all’esame del Parlamento. Le pensioni che beneficerebbero di questa novità sono le pensioni anticipate richieste nel 2012, 2013 e 2014.

In questo senso si attendono sviluppi su questa proposta, che potrebbe essere inserita già all’interno del Disegno di Legge sulla Stabilità del governo Renzi.

Opzione donna e flessibilità part-time: ultime novità sulle modifiche

Dopo la proposta di una nuova possibilità per richiedere la pensione anticipata, la Commissione Lavoro del Senato propone nuove modifiche anche per migliorare il Ddl sulla Stabilità, in particolare vediamo quali sono le ultime novità per Opzione Donna.

Si attendono dunque emendamenti alla manovra, nel corso dell’esame del provvedimento nei prossimi giorni presso la Commissione Bilancio. In particolare per opzione donne si segnala che mentre per le lavoratrici dipendenti occorre aver maturato almeno 57 anni di età e 35 anni di contributi, per le lavoratrici autonome sono necessari almeno 58 anni di età e 35 anni di contributi, qualora maturino i requisiti entro il 31 dicembre 2015, come non si tiene conto della maturazione delle cosiddette “finestre”, per cui si propone la parità di trattamento fra tutte le lavoratrici.

Dal rapporto su questo regime sperimentale di pensioni anticipate si apprende che: “Non risulta opportuno inserire in una disciplina sperimentale, quale condizione per continuare a fruire della sperimentazione dell’opzione prevista dalla legge n. 243 del 2004, il riferimento relativo all’adeguamento agli incrementi dell’aspettativa di vita in quanto suscettibile di escludere dal godimento del beneficio lavoratrici che perfezionano il requisito dell’età pensionabile nel quarto trimestre del 2015, con conseguente spostamento della pensione per quest’ultime di circa dieci anni”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy