• Dalia
  • Barnaba
  • Valorzi
  • Baietti
  • Liguori
  • Buzzatti
  • Rinaldi
  • Ward
  • Califano
  • Algeri
  • Cocchi
  • Santaniello
  • Grassotti
  • Paleari
  • Alemanno
  • Romano
  • Russo
  • De Luca
  • Quarta
  • Scorza
  • Catizone
  • Rossetto
  • Leone
  • Romano
  • Casciello
  • Bruzzone
  • Abete
  • Pasquino
  • Cacciatore
  • Coniglio
  • Tassone
  • Meoli
  • Bonanni
  • Boschetti
  • Santopietro
  • Miraglia
  • di Geso
  • Quaglia
  • Bonetti
  • Falco
  • Mazzone
  • Gelisio
  • Gnudi
  • De Leo
  • Vellucci
  • Crepet
  • Andreotti
  • Chelini

Che voto ha l’Università: autovalutazione proposta dagli atenei

Antonietta Amato 23 Giugno 2006

Scopriamo che voto ha l'Università: autovalutazione proposta e decisa dagli atenei che voglio mettersi alla prova.

Sono gli stessi atenei a proporre un sistema di autovalutazione che ne possa certificare la qualità, proprio con l’obiettivo di rendere più efficienti i servizi accademici, meno elefantiaci gli apparati burocratici, più veloci i processi organizzativi.

Un team di 44 esperti, rappresentanti di sedici atenei differenti, ha infatti elaborato un documento sull’argomento, basandosi su principi comuni, quali, ad esempio, quello della centralità, all’interno del sistema universitario, della figura del fruitore, ovvero lo studente.

Il sistema di autovalutazione che deciderà che voto ha l’Università, sarà possibile grazie all’applicazione delle norme Iso9001, e permetterà così di individuare uno standard per la certificazione della qualità universitaria.

© Riproduzione Riservata
Antonietta Amato Studentessa alla facoltà di Economia, è entrata nel mondo del giornalismo giovanissima. Ha partecipato in qualità di direttrice ad un progetto che prevedeva la diffusione locale di un giornale prodotto completamente da ragazzi, i cui proventi sono stati devoluti interamente all’Unicef . Animata anche dalla passione per la scrittura, si è diplomata con una buona media al liceo classico, si è iscritta alla facoltà di economia e gestisce un’attività commerciale, ma continua a coltivare il sogno di poter lavorare un giorno in un’azienda che faccia dell’informazione apartitica la sua capacità distintiva. Il suo compito a Controcampus prevede la risoluzione di tutte le questioni relative alla organizzazione amministrativa, gestione utenze presso la testata: sarà ben disponibile a dare ai nostri collaboratori tutte le relative informazioni. Leggi tutto