• Google+
  • Commenta
15 giugno 2010

All’UNISA “L’Italia scende in campus”: un fiasco!

Risale al 26 Maggio la notizia pubblicata sul sito dell’Università che rendeva nota la simpatica iniziativa dell’Università degli Studi di Salerno promossa per “unire” gli studenti in un’occasione speciale: la partita della Nazionale Italiana trasmessa ieri sera dalla Rai in mondo visione. Proprio in vista dei mondiali, infatti, è stato predisposto un maxi schermo nella piazza del Rettorato per consentire a studenti, docenti e quanti avessero voluto andare oltre i “pollici domestici”, di vedere le partite.

Ovvio che l’attesa era soprattutto per la partita dell’Italia, che si è tenuta ieri sera in Sud Africa contro il Paraguay. Ma i tanti accorsi sono stati presto delusi al loro arrivo: il mega schermo “pro mondiale”, proprio alla prima partita della nostra amata Italia, ha smesso di funzionare esattamente alle ore 20.00, in sostanza mezz’ora prima dello stesso incontro! Si può solo immaginare la frustrazione e la rabbia, soprattutto degli studenti fuori sede che contavano su quest’opportunità per vedere la partita dignitosamente e per quanti si erano trattenuti apposta oltre le ore “universitarie” pur di vivere e condividere l’evento sportivo con gli altri universitari, amici e colleghi.

A tal proposito abbiamo sentito la doverosa esigenza di dare risposta ai tanti studenti amareggiati per l’accaduto e accorsi numerosi ieri sera. Incontrato l’Ingegner Basile, responsabile dell’Ufficio Tecnico dell’Università degli Studi di Salerno così ha risposto: “Si, è vero, il problema c’è stato concretamente. Purtroppo c’è stato un impedimento tecnico non previsto: il digitale terrestre è andato in black out. Non era stata prevista un’assistenza tecnica per eventualità del genere ma chi poteva avvisarci, come l’associazione addetta alla sicurezza, non lo ha fatto. Se qualcuno ci avesse segnalato il problema saremmo certamente intervenuti prontamente per risolvere il problema tecnico.” L’Ingegner Basile, inoltre, garantisce che il problema decoder è già stato risolto sostituendo lo stesso con un altro, si spera, più resistente! Dunque il maxi schermo riprenderà a funzionare immediatamente e continueranno ad essere trasmesse le partite del mondiale.

Nel frattempo gli studenti ieri sera si sono potuti salvare “in corner” perché oltre che possedere televisori a casa nella maggior parte dei casi, in giro per le piazze di Fisciano e Lancusi erano stati predisposti dai comuni schermi giganti per una fruizione collettiva e pubblica della partita dell’esordio dell’Italia ai mondiali di calcio. Italia e studenti uguale destino ieri sera, dunque: non hanno avuto ciò che veramente speravano, ma comunque sono stati ben contenti di trovare o compensare con un dignitoso compromesso.

Nonostante il “ripiego” c’è comunque da dire che gli spostamenti forzati dei tifosi/studenti hanno causato la perdita di una parte consistente del primo tempo e forse anche il primo smacco subito dalla Nazionale per il pronto goal “inferto” dalla squadra avversaria. Per il futuro non ci resta che sperare che sia il maxischermo sia l’Italia ci diano più soddisfazione e che non ci sia da accontentarsi di un risultato accettabile (per la nazionale direi anche troppo equamente distribuito!) e augurare buona fortuna all’Italia per il prossimo incontro di domenica 20 Giugno contro la Nuova Zelanda e fare un in bocca al lupo a chi prossimamente deciderà nuovamente di vedere la partita in quel di UNISA!

Pasqualina Scalea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy