• Google+
  • Commenta
28 giugno 2010

Università degli Studi di Messina: oggi la seconda giornata del xiii corso di dissezione anatomica e microneurochirurgia applicata

Si è svolta oggi, la seconda giornata del XIII Corso di Microneurochirurgia Applicata, che grazie al suo mix di novità e qualità, è riuscito a coinvolgere tanti giovani aspiranti chirurghi e professori di fama internazionale.

Strutture e attrezzature all’avanguardia, oltre all’utilizzo, per la prima volta in Sicilia, di preparati anatomici sono alla base del successo del corso, aperto domenica 27 giugno presso il Dipartimento di Biomorfologia e Biotecnologia dell’Università di Messina e che si concluderà martedì 29 giugno, organizzato dal prof. Renato Galzio e coordinato dallo stesso neurochirurgo, dal rettore prof. Francesco Tomasello e dal prof. Giuseppe Pio Anastasi.

Grazie alla collaborazione di studiosi di livello internazionale come Roberto Delfini e Manfred Tschabitscher, si è rafforzata la sinergia con l’Università La Sapienza di Roma, e un nuovo “ponte” è stato creato con il centro Microsurgical and Endoscopic Anatomy dell’Università di Vienna.

Docenti e studenti si sono ritrovati a Messina da tutta l’Italia per proseguire un percorso che il prof. Galzio porta avanti da parecchi anni, puntando sulla sperimentazione e sul continuo aggiornamento tecnologico, attraverso la progettazione di nuovi endoscopi e l’utilizzo del neuronavigatore, uno strumento che consente di localizzare le lesioni ed elaborare le immagini di tac e risonanze magnetiche in tempo reale durante gli interventi.

Google+
© Riproduzione Riservata