• Google+
  • Commenta
4 agosto 2010

Italia sempre in prima linea nelle scoperte

Lo hanno chiamato cratere di Kamil, è stato provocato da un piccolo meteorite che è riuscito a creare un cratere di ben 45 metri di diametro. A descrivere su Science questo cratere scoperto nel sud dell’Egitto è un gruppo di ricerca italo-egiziano coordinato dall’Italia con il grande impegno di Luigi Folco del Museo Nazionale dell’Antartide dell’università di Siena.

Secondo gli scienziati il cratere si sarebbe formato dopo che il Sahara egiziano è entrato in fase di iperaridità, circa 5000 anni fa.

Questo cratere ci dimostra che anche meteoriti metallici di piccole dimensioni (diametro di 1,3 m) possono entrare nell’atmosfera senza frantumarsi, e ciò rappresenta un pericolo precedentemente sottovalutato.

Giampaolo Felli

Google+
© Riproduzione Riservata