• Google+
  • Commenta
30 agosto 2010

Meningite: arriva la diagnosi precoce.

Un dispositivo portatile in grado di individuare i batteri della meningite in un’ora. Questo è quanto sostengono i ricercatori della Queen’s University (Belfast, Ulster) diretti dal professor Mike Shields.

Nella lotta alla meningite – spiega Shieldsil tempo è un fattore chiave, ma nelle prime fase della malattia, i sintomi sono gli stessi di una semplice infezione virale, cosa che rende difficile diagnosticarla precocemente. I medici devono così ricorrere ai metodi artificiali di diagnosi, il cui periodo di esecuzione non permette cure veloci”.

Per ovviare a questo problema, i ricercatori di Belfast, hanno messo a punto un dispositivo portatile, grande come una stampante, nel quale si inserisce il campione di sangue e di saliva del paziente e la macchina rileva la possibile presenza di tutti i ceppi del batterio responsabile della malattia. Il tutto, ovviamente, in un’ora.

Oltre al tempo, l’invenzione irlandese mira ad abolire anche i costi. Il sistema, che è in fase di sperimentazione nel Royal Victoria Hospital for Sick Children di Belfast, ha, infatti, un costo inferiore a quelli usati attualmente.

Dora Della Sala

Google+
© Riproduzione Riservata