• Google+
  • Commenta
26 settembre 2010

Università della Terza Età “Luigi Imperati”.

Il Consiglio d’Amministrazione dell’Università della Terza Età ‘Luigi Imperati’ di Foggia sta predisponendo la nuova programmazione didattica per l’anno accademico 2010/2011. “

Quella che l’Università della Terza Età intende attivare – afferma il presidente, Romano Bucci – è una proposta di qualità, che punta, nel rispetto della tradizione di questa prestigiosa istituzione, a fare del territorio provinciale un avamposto di cultura e di progresso”.

Per le richieste di istituzione di nuovi corsi e per quelle di messa a disposizione dei docenti già nominati nei passati anni accademici, dovranno essere utilizzati i modelli predisposti dall’Ufficio Amministrativo (scaricabili direttamente dal sito www.universitaterzaetafg.it) e che verranno valutati insindacabilmente dal C.d.A.

Va precisato, inoltre, che i corsi saranno attivati solo ed esclusivamente se si raggiungerà il numero minimo di iscritti nella misura di 15 unità o nel caso in cui sia una Istituzione e/o associazione a proporlo, se la stessa coprirà economicamente la differenza finanziaria del mancato incasso delle quote di iscrizione, fino all’importo previsto di almeno 15 unità.

Per evitare problemi di natura tecnico-contabile, i referenti dell’Università della Terza Età presso le sedi dei corsi, deputati alla raccolta e all’organizzazione delle iscrizioni, dovranno predisporre un’apposita lista di preiscrizione dei corsisti interessati alle varie discipline previste dalla programmazione didattica e solo nel caso del raggiungimento del numero minimo di iscritti (15) procedere alla richiesta di versamento della quota di iscrizione.

I corsi saranno annuali (con possibilità di svolgimento della programmazione didattica su base pluriennale solo in presenza di requisiti minimi di partecipazione).

Soltanto i corsi di Informatica potranno essere strutturati in maniera modulare.

Lucia Iorio

Google+
© Riproduzione Riservata