• Google+
  • Commenta
8 settembre 2010

Università di Padova: Ricerca e industria nella stessa trincea contro l’obesità

Cosa posso fare per te?

Dal primo Forum della SIO, domande e risposte concrete per una strategia comune Ricerca, alimentazione e farmacologia sono i tre settori che, se alleati, possono sconfiggere l’obesità, ma, soprattutto, abbattere i costi sanitari delle patologie collegate a quest’ultima.

I dati sono chiari: l’Italia ha 5 milioni di obesi a cui si aggiungono altri 15 definiti sovrappeso. Un bambino su tre in età scolare presenta le caratteristiche di soggetto con eccesso di peso, come illustra la recente indagine Okkio alla salute promossa dal Ministero della Salute: il primato del 49% spetta alla Campania a cui si contrappone il 23% della Valle d’Aosta in coda alla lista.

Obesità e sovrappeso, soprattutto se l’accumulo di grasso interessa l’addome, comportano un elevato rischio di sviluppare diabete, ipertensione, alterazioni dei lipidi nel sangue, ma anche infarto, ictus e aterosclerosi. Recenti indagini dimostrano inoltre che l’eccesso di peso danneggia quasi tutti gli organi e apparati con associato rischio di alcuni tumori tra le persone obese.

Non solo, le persone obese sono esposte anche al rischio di complicanze che non solo accorciano la vita, ma la rendono molto più difficile e sono causa di costi diretti e indiretti per il sistema sanitario come quelli associabili alle patologie dei dolori lombari, osteoartrosi e disabilità motoria.

Infine appare chiaro che si assiste a una sorta di analfabetismo di ritorno circa i modelli di alimentazione: la maggioranza della popolazione sta dimenticando i principi nutrizionali della dieta mediterranea.

La SIO, Società Italiana dell’Obesità, vuole aprire una strada innovativa per contrastare una malattia, l’obesità, che si avvia a diventare, direttamente e indirettamente attraverso le sue complicanze e i costi sociali, il principale costo per i servizi sanitari moderni e che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito problema pandemico.

Doman, giovedì 9 settembre alle ore 12.00 si terrà all’Hotel Mantegna di Padova, via Tommaseo 61, il primo Forum che vedrà ospiti le maggiori industrie del settore alimentare e farmaceutico. L’intento è proprio quello di far dialogare i principali attori che hanno un ruolo fondamentale nella battaglia contro l’obesità al fine di trovare un terreno comune d’intervento, porre domande e trovare risposte concrete.

L’incontro organizzato da Roberto Vettor, Presidente della Società Italiana dell’Obesità e docente del Dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche dell’Università di Padova, vedrà la presenza dei rappresentanti delle maggiori industrie alimentari, farmaceutiche e della distribuzione tra le quali Barilla, Coop, Kellogg’s, Novo Nordisk, Glaxo Smith Kline, Novartis e Nestlè.

E’ questo il momento delle scelte importanti per contrastare la crescita dell’obesità e mettere le generazioni future al riparo dai rischi di una ulteriore crescita dei danni dovuti a questa malattia spiega il prof Roberto Vettor e con questo primo forum la SIO intende, insieme all’industria alimentare, farmaceutica e alla grande distribuzione, cercare delle strategie comuni senza le quali la battaglia contro l’obesità rischia di essere persa.

Google+
© Riproduzione Riservata