• Google+
  • Commenta
16 settembre 2010

Università di Puglia, Molise e Basilicata unite per la crescita del Mezzogiorno

La settimana scorsa, nell’aula Magna dell’Università di Bari, e al cospetto dei tre Governatori delle regioni Puglia, Molise e Basilicata, è stata annunciata la nascita della Federazione degli Atenei delle tre Regioni.I rettori delle Università hanno descritto gli obbiettivi e i motivi della creazione di tale associazione, atta a ottimizzare le spese degli atenei, supportare la Ricerca – rendendo disponibili risorse umane, laboratori, attrezzature – e migliorare in generale la qualità dell’offerta didattica. Il tutto senza disdegnare la sana competizione, ma impegnandosi a destinare le risorse verso progetti più innovativi.

La collaborazione tra gli Atenei porterà ad un miglioramento generale dell’offerta didattica, grazie anche alla cooperazione dei docenti; poiché le università italiane hanno assistito – e stanno assistendo tuttora – ad un processo di snellimento dei corsi di laurea, gli istituti della Federazione si impegnano a evitare duplicati dei corsi, magari a pochi chilometri di distanza, e a rafforzare quelli più consolidati.

La Federazione vuol lanciare un messaggio all’intera penisola; se è vero che per soddisfare le esigenze economiche attuali l’istruzione deve affrontare gravi sacrifici, è pur vero che anche la cultura e la crescita professionale dei futuri lavoratori del Paese non devono pagarne le spese.

I tre Atenei dunque chiedono che gli esponenti politici prendano atto della situazione, e che assecondino questo processo, garantendo magari le risorse necessarie. Non bisogna dimenticare che il sistema universitario è logorato dai continui tagli che gli sono stati imposti, unici nel loro genere nell’intera Europa.
L’Università richiede una maggiore attenzione – e rispetto– da parte del Governo, in nome di quello sviluppo territoriale ed economico che essa ricopre.

Marilena Grattacaso

Google+
© Riproduzione Riservata