• Google+
  • Commenta
21 ottobre 2010

Menopausa precoce

Alcuni ricercatori della Peninsula Medical School dell’Università di Exeter, hanno annunciato, tramite uno studio pubblicato sulla rivista “Human Molecular Genetics” che la menopausa precoce potrà essere annunciata preventivamente attraverso un test del DNA; sembra infatti che ci siano alcuni geni legati alla scomparsa delle mestruazioni.

In un futuro molto prossimo sarà disponibile un test con la capacità di rilevare questi geni ed in grado di quantificare la durata della vita riproduttiva.

Gli studiosi hanno esaminato duemila donne aventi un anticipo della menopausa, ovvero prima dei 45 anni, e confrontato il loro dna con altrettanto duemila donne con menopausa regolare ovvero intorno ai 51 anni.

Nei test sono stati rilevati 4 geni che sembrano influire sull’età dell’ultima ovulazione. Gli studiosi ed in particolare la dottoressa Anna Murray spiegano che la possibilità della fecondazione diminuisce già da dieci anni prima della menopausa e quindi è preferibile per chi è a rischio di menopausa precoce, fare un figlio entro i trent’anni.

Una donna su venti è colpita da menopausa precoce arrivando prima del quarantacinquesimo anno d’età e a volte anche al quarantesimo; in questi casi la possibilità di avere figli va riducendosi già verso il trentesimo anno di vita.

Mario Bove

Google+
© Riproduzione Riservata