• Google+
  • Commenta
26 ottobre 2010

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA CONTRADDIZIONI D’AFRICA: GLI IMBARAZZISMI DI UN OSSERVATORE MIGRANTE

Storia di un paese da sempre costretto a fare i conti con povertà e miseria quella dell’Africa, ma anche con la ricchezza e la bellezza delle persone e di un sapere che arriva dalla tradizione. Una cultura viva quella africana, radicata in una terra arida ma che sa regalare frutti rigogliosi. Tante le contraddizioni che vivono assieme, manifestate dalla necessità di trovare un compromesso per la sopravvivenza. Ecco che la ricchezza nelle grandi città si scontra con la malnutrizione e il commercio delle multinazionali si pone in contrasto con l’incapacità di sopravvivere nelle zone rurali. Ma anche casi di minor portata, quando l’ostentazione di un benessere effimero prova a nascondere i disagi profondi della società
Ne parlerà Kossi Komla-Ebri, medico del Togo, scrittore e osservatore attento della realtà, in un incontro organizzato dal CUI (Cittadini uniti per l’integrazione) nell’ambito del ciclo di incontri interculturali proposti da ImmaginAfrica progetto promosso dal Dipartimento di Storia dell’Università di Padova, nato con l’intento di promuovere le culture africane e lo sviluppo degli strumenti e dei presupposti del dialogo interculturale.
Oltre a confrontarsi con il pubblico su questi argomenti, lo scrittore africano parlerà anche di razzismo, traendo spunto dal suo ultimo libro intitolato Imbarazzismi (Edizioni dell’Arco-Marna), un neologismo coniato facendo confluire in un unico significato le parole imbarazzo e razzismo.

Mercoledì 27 Ottobre alle 18.00 nella Sala ex-Sinagoga, in via delle Piazze n. 26 a Padova, si terrà l’incontro con Kossi Komla-Ebri intitolato Le contraddizioni dell’Africa. L’appuntamento è organizzato dal CUI nell’ambito degli incontri interculturali di ImmaginAfrica.

Kossi Komla-Ebri è nato in Togo nel 1954 e vive in Italia dal 1974, dove a Bologna, nel 1982, si è laureato in Medicina e Chirurgia dopo aver studiato in Francia. Si specializza in Chirurgia generale a Milano e oggi vive in provincia di Como con la moglie lombarda e due figli adolescenti. Esercita la professione di medico presso l’Ospedale Fatebenefratelli di Erba. Divulgatore della cultura africana è mediatore interculturale nel mondo della scuola e della sanità. Ha partecipato come relatore a diversi convegni in Italia e all’estero ed è stato docente di corsi sulle tematiche legate all’Africa, all’integrazione, all’intercultura e alla letteratura della migrazione.

Nel corso dell’incontro sarà proiettato il video Sapologie al quale seguirà il dibattito. Sapologie è forse la più evidente delle contraddizioni africane essendo la pratica nella quale l’eleganza dei vestiti viene messa in primo piano, portandola in qualsiasi contesto di vita.

Google+
© Riproduzione Riservata