• Google+
  • Commenta
13 ottobre 2010

Università di Messina: l e derive scilla e Cariddi pronte per una nuova sfida

Grazie ad un paziente lavoro invernale di ottimizzazione ed allenamento anche quest’anno le derive “Scilla” & “Cariddi” sono pronte a rappresentare l’Ateneo peloritano, dal 14 al 18 ottobre, alla regata di porto Santo Stefano per l’edizione 2010 del progetto “Mille e Una Vela per l’Università”.

Entrambe le derive sono il frutto del lavoro di numerosi allievi che con impegno, spirito di sacrificio e tanta passione le hanno sognate, progettate e realizzate, sotto la costante supervisione del responsabile del progetto per l’Ateneo Prof. Ing. Eugenio Guglielmino, coadiuvato dagli Ingg. Filippo Cucinotta, Andrea Russo e Luciano Musumeci.

Gli equipaggi in gara saranno composti da cinque allievi, due per ogni barca più una riserva, Veronica Bonanno, Roberto Lo Giudice, Ennio Miloro, Fabio Schifilliti e Giuseppe Sorrenti.

Alle 14 derive che hanno partecipato alla scorsa edizione, quest’anno si aggiungeranno anche quelle delle Università di Bari e Venezia.

A pochi giorni dalla partenza, i giovani allievi del “team dello stretto” sono determinatissimi e puntano in alto consapevoli dell’anno trascorso dedicato allo studio, all’allenamento e agli interventi di alleggerimento e ottimizzazione.

Mille e Una Vela per l’Università” è una manifestazione lanciata nel 2007 dall’Università degli Studi “Roma Tre” che coinvolge Atenei italiani e stranieri ed ha carattere didattico–sportivo. L’obiettivo è progettare, creare e infine governare un’imbarcazione da regata studiata e realizzata in ambito universitario come ha voluto ricordare il Rettore Prof. Franco Tomasello in occasione del varo di Scilla sottolineando che: «L’Università è un luogo di innovazione, dove la conoscenza deve tradursi in sviluppo – e questo progetto ne è la prova; abbiamo bisogno di creare, di pensare che c’è un futuro in cui possiamo trasformare il nostro sapere in qualcosa di produttivo; questa iniziativa coniuga ingenium costruttivo e passione per il mare e lancia un segnale positivo sul territorio».

Il progetto è aperto a tutti gli allievi dell’Ateneo di Messina; informazioni più dettagliate sulle attività e le iniziative del gruppo di lavoro sono reperibili online all’indirizzo

www.teamdellostretto.it.

Google+
© Riproduzione Riservata