• Google+
  • Commenta
19 ottobre 2010

Università di Perugia: L’Ateneo di Palazzo Gallenga ponte diplomatico culturale tra Italia, Libia ed Egitto

Intenso programma di promozione linguistica e culturale della Stranieri nella sponda sud del Mediterraneo
Attive dall’inizio di ottobre una serie di azioni didattiche e scientifiche in 4 atenei egiziani, mentre il governo libico chiede il prolungamento del programma formativo dedicato ai suoi studenti

E’ entrato nella sua fase operativa l’articolato programma di collaborazione linguistica e culturale siglato nel giugno 2009 dall’Università per Stranieri di Perugia e dal Supreme Council of Universities egiziano, avente per oggetto l’incremento della conoscenza diffusa della lingua e cultura italiana in Egitto.

Il progetto, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, comprende una serie di azioni formative, scientifiche e strettamente didattiche indirizzate ai quattro atenei egiziani del Cairo, Helwan, Ain Shama e Al-Azhar.

La Stranieri ha selezionato complessivamente otto insegnanti – un professore di lingua e cultura italiana, due collaboratori ed esperti linguistici e cinque visiting professor di letteratura e linguistica – che hanno iniziato la loro attività didattica in questo mese di ottobre nelle quattro università convenzionate.

La finalità complessiva di tale programma – riguardante la lingua, la letteratura, la linguistica e il pensiero politico e la storia delle idee nella letteratura italiana dall’ ‘800 al ‘900 – è quella di incrementare lo studio della lingua e cultura italiana e di accrescere l’attrattività dei giovani studiosi egiziani verso l’Italia.

Il programma comprende in seconda battuta l’istituzione di un pacchetto di 26 borse di studio destinate agli studenti più meritevoli dei quattro atenei partner, per agevolare il loro soggiorno in Italia nella frequenza di corsi di lingua e cultura italiana presso l’Università per Stranieri di Perugia.

Il progetto formativo varato dall’ateneo di Palazzo Gallenga prevede anche la presenza di un tutor che supporterà, per l’intero periodo di interesse, tutte le attività didattiche e scientifiche attivate.

Positivo è anche il bilancio dell’azione formativa svolta dall’ateneo nei riguardi del gruppo di 89 studenti libici giunti a Perugia per un periodo di studio della lingua italiana, grazie ad una fitta attività di cooperazione tra la Farnesina e Palazzo Gallenga, in conseguenza dell’accordo di collaborazione siglato dai governi italiano e libico a Bengasi il 30 agosto 2008. Il governo libico ha infatti chiesto di prolungare di un anno il periodo di frequenza ai corsi dei giovani libici selezionati, a cui dovrebbero aggiungersi altri 11 studenti, i quali beneficeranno, insieme ai connazionali già presenti, di borse di studio per tutto l’intero soggiorno a Perugia.

Google+
© Riproduzione Riservata