• Google+
  • Commenta
27 novembre 2010

Inaugurazione aa 2010/2011 della scuola di specializzazione delle professioni legali

«Il giudice e la piena conoscenza del “fatto”: modelli processuali a confronto» è il titolo del convegno che ha inaugurato oggi l’AA 2010/2011 della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell’Università Lum Jean Monnet.

L’organo giudicante, nel decidere, deve necessariamente svolgere degli apprezzamenti fattuali, che gli consentano di verificare quali sono le circostanze concrete sulle quali fondare la propria decisione. Le problematiche relative all’”ingresso dei fatti” all’interno del giudizio si configurano differentemente nei diversi sistemi processuali.
Partendo da questa constatazione, si e ritenuto opportuno inaugurare l’anno accademico 2010/2011 della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali della Lum Jean Monnet, con un convengo “interdisciplinare”, nel corso del quale studiosi di varia provenienza si confronteranno sul tema oggetto dell’incontro, proponendo una comparazione tra i vari modelli processuali.

Il concetto del “fatto” nell’ambito dell’ordinamento giuridico processuale, sia civile, sia penale, sia amministrativo è stato approfondito dagli interventi di Roberto Martino, preside della Facoltà di Giurisprudenza, Ignazio Maria Marino, docente di Diritto Amministrativo dell’Università di Catania, Antonella Marandola, Ordinario di Diritto Processuale Penale dell’Università Lum Jean Monnet e Nicolò Pollari, Straordinario di Diritto Tributario dell’Università Lum Jean Monnet.

Maura Rizzo, consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Bari, si è soffermata sulla crescita che la scuola di Specializzazione per le Professioni della Lum Jean Monnet. «Riteniamo la Lum e la sua Scuola di Specializzazione un riferimento di elevato livello scientifico nel percorso di formazione di qualità che oggi è fondamentale nel processo di avvicinamento alla Professione».

Anche per questo A.A. rimangono confermate le convenzioni con la Corte d’Appello di Bari e con il Tribunale di Taranto, grazie alle quali gli iscritti alla Scuola avranno la possibilità di svolgere uno stage. Analogamente, verrà ripetuta l’esperienza unica in Italia (assieme alla LUISS) dello stage presso la Corte di Cassazione, previa selezione degli studenti interessati. Il panorama delle convenzioni verrà ulteriormente potenziato con l’accordo per lo svolgimento di stage presso il TAR Puglia – Bari, nonché con l’attivazione di percorsi propedeutici allo svolgimento di esperienze professionali presso studi legali internazionali con sede a Roma.

«Nell’A.A. 2010/2011, la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali della LUM Jean Monnet ha aumentato in modo cospicuo il numero dei propri iscritti – spiega Antonio Barone, Direttore sella SSPL – arrivando quasi a toccare il tetto massimo di iscrizioni fissato a livello ministeriale. La Scuola punta costantemente ad integrare le competenze accademiche con il bagaglio di esperienze e professionalità della magistratura, dell’avvocatura e del notariato; ciò nella convinzione di poter garantire ai propri iscritti un metodo formativo completo, innovativo e al passo con le odierne esigenze del mercato del lavoro. Il Convegno inaugurale di oggi – prosegue BARONE – è ulteriore conferma di questo approccio formativo, essendo dedicato ad un tema fondamentale come il rapporto tra il giudice e il fatto, con l’intervento di insigni studiosi».

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy