• Google+
  • Commenta
22 dicembre 2010

Angela Bubba, dall’Unical al Teatro Nuovo di Napoli: storia di una Storia.

Apre con una piece tratta dal lavoro di Angela Bubba “Bunker” la Manifestazione artistico-culturale ” La Giusta Parte” impegnata nella lotta contro le Mafie.Quale che sia la trama, il senso, l’immagine evocata dal di dentro, ogni Artista porta con sé una Storia, una sola forse. Una Storia di cui egli stesso non conosce l’origine – e nessuno la saprà mai – ma che è chiamato a portare a termine, a sviluppare nel suo percorso di formazione fino a darle il giusto compimento, la “giusta parte” nel mosaico più grande di cui è indispensabile tassello.

La Storia di Angela non sappiamo certo come né perché abbia inizio, ma possiamo forse dire dove. Si diparte dalla Terra in cui lei nasce, quella che ovunque vada lei sempre porta con sé, con involontaria ostinazione, con fermezza, tanto che sembra quasi sia la Terra a tenerla legata, a seguirla, a non abbandonarla. Angela inizia a scrivere precocemente, e precocemente a vincere Premi di Letteratura verista, si candida anche al Campiello giovani, poi al primo anno d’Università la svolta, una Casa Editrice, la Elliot vuole un suo Romanzo. E Angela dall’Università della Calabria parte per Roma, una valigia di libri e un mazzo di documenti per il trasferimento.

Il libro, La Casa, esce dopo un anno, vince il Premio What’s up, si candida fra i finalisti dello Strega. Angela segue un piccolo tour di presentazioni e di concorsi, affronta l’etichetta un po’ scomoda di “énfant prodige”con coraggio, senza mai sottrarsi alle pretese un po’sensazionalistiche della stampa. Vuole emergere senza rinunciare allo studio e lo fa brillantemente laureandosi in Lettere Classiche alla Sapienza, il massimo dei voti e lode, una Tesi su Elsa Morante.

Nel frattempo Angela continua a scrivere una letteratura impegnata, caparbiamente e senza cedere alle etichette, pensando al suo futuro.
E’un viaggio veloce il suo, ma è giovane e sa tenere il passo. La Storia che racconta continua a sgorgare in fiotti sanguigni dalla stessa Terra, ed è così anche quando quella Storia finisce a Teatro, nella “Giusta Parte” appunto.

La Giusta Parte – Testimoni contro le Mafie” è una manifestazione a carattere artistico e socioculturale giunta oramai alla seconda edizione che nella sezione “L’arte del racconto- Letteratura a Teatro” si propone di mettere in scena, al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli, racconti di Autori che svelino “Storie e memorie di chi ha combattuto e combatte la criminalità organizzata nel meridione del Paese”. E nella ricca selezione di giovani e meno giovani provenienti da ogni parte del meridione Angela non poteva mancare. Il suo racconto prescelto per essere arrangiato e trasformato in piece teatrale è BUNKER, una favola nera – così viene definita in Locandina – naturalmente ambientata in Calabria.

BUNKER aprirà l’intera sezione, nata da un’idea di Massimiliano Palmese, per “tenere i fari puntati sugli eroi quotidiani del nostro tempo, e raccontare prima di essere costretti a ricordare”. Il sipario si è aperto a Montecalvario 16, dalle 20:30 alle 23:30 del 19 Dicembre, con ingresso gratuito.

Giulia De Sensi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy