• Google+
  • Commenta
11 dicembre 2010

Bad Swan: cigni cattivi in salsa hard rock

I Bad Swan si scatenano sul palco del “B-Side Pub”, mandando in delirio il pubblico con il loro ultimo lavoro.Lunedì 6 dicembre, al B-Side Pub (Rende) i Bad Swan, band hard rock di Cosenza, si sono esibiti in un concerto in cui hanno presentato il loro ultimo ep, “Rock’n’Roll Party”, che segue il primo lavoro, “The irresponsible rock’s hymn” . Il concerto è stato aperto dall’esibizione di un’altra band hard rock, i “The Jungle Tribe”, di Vibo Valentia.

La band, composta da Fabrizio Cariati (voce e chitarra), Daniel Gonzalez (chitarra), Cristian Romeo (batteria) e Raffaele Burdzynski (basso), nonostante sia composta da ragazzi giovani (tutti studenti all’Università della Calabria), si è già fatta un nome nell’ambiente underground nazionale, forte dei due ep, di varie partecipazioni alle più importanti rassegne musicali nazionali (tra cui l’”Italia Wave”) e di un tour tra Germania e Gran Bretagna.

La loro musica, un hard rock che ricorda tantissimo quello degli AC/DC, aperto però anche ad altre influenze, tipo Led Zeppelin, Deep Purple e altri giganti della storia del rock, è stata ascoltata e apprezzata da gente del calibro di DJ Ringo (dj di Virgin Radio, che apprezzandone il sound e la velocità, li ha definiti “band di scozzesi picchiatori di pelle di batteria”) e Nico Spinosa (discografico della EMI RECORDS, che è rimasto colpito soprattutto dalla grinta).

Nella loro ultima performance hanno sfoderato come al solito tutta la loro energia, facendo scatenare il pubblico e presentando i loro nuovi pezzi, tra cui vanno segnalati senza dubbio “Eternal coma” e “Rock’n’roll party”, e suonando anche qualche pezzo vecchio del loro repertorio, come “Praha”, una delle canzoni più apprezzate dagli ormai sempre più numerosi fans, eseguita in versione “acustica”.

C’è spazio anche per un omaggio agli amati AC/DC, con l’esecuzione di una pietra miliare del gruppo australiano, “Whole lotta Rosie”.

Con l’ennesima performance pressoché perfetta, i Bad Swan hanno dimostrato di essere una band pronta al salto di qualità: dalla loro hanno entusiasmo, energia da vendere e un bagaglio tecnico non indifferente; il loro genere è purtroppo attualmente poco ascoltato in Italia, dove il mercato discografico rock e alternativo predilige ormai più che altro l’indie. Ma, come hanno dimostrato nelle date tedesche e inglesi, la loro grinta, come si dice in gergo, “spaccherebbe” senz’altro all’estero.

Alberto De Luca

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy