• Google+
  • Commenta
3 dicembre 2010

Cinema e poesia sulle tracce di Rotella al Marca di Catanzaro

In occasione del terzo anniversario dalla sua apertura, il Marca di Catanzaro organizza una proiezione su Mimmo Rotella, coinvolgendo gli studenti dell’Accademia.La piccola sala-proiezioni al nostro ingresso è già gremita di studenti, qualcuno sorride, aggiunge delle sedie, qualcuno chiede di potersi sedere per terra. C’è un clima d’euforia, un clima normale prima di uno Spettacolo ma molto strano se si considera che ad ospitarci è un Museo.
E’ la magia dell’Arte, l’arte poliedrica di Mimmo Rotella, che ha reso necessario il concepimento di una manifestazione altrettanto poliedrica in cui Cinema, Teatro, musica, installazioni, integrate mirabilmente fra loro da alcune testimonianze illustri dell’opera del Maestro, gettano fasci di luce intermittente sul suo misterioso Universo creativo, sul suo percorso, sulla sua istrionica personalità.

Nel segno di Rotella il Marca (Museo delle ARti di CAtanzaro) sceglie di celebrare il suo terzo anno di attività focalizzando l’attenzione su un aspetto ancora poco indagato dell’eclettica produzione dell’Artista: i Versi Epistaltici, componimenti basati sull’associazione apparentemente solo timbrica di suoni e parole assonanti.
Queste opere sono in realtà lo scioglilingua del pensiero, la prova della stratificazione dell’inconscio, della capacità dell’Io di randomizzare la Realtà tagliandola in verticale attraverso la produzione di pregnanti, ipnotici non-sense, simili a caleidoscopiche formule magiche .
Una capacità che dieci anni più tardi Rotella implementerà visivamente, espandendo e spogliando il concetto di stratificazione e dimostrandolo per reazione contraria, dal Reale all’Io, raschiando attraverso le proiezioni materiali dell’Immaginario collettivo. E scavando di strappi la faccia di Marilin diverrà famoso in tutto il Mondo.

“Lo strappo della parola” viene aperto dalla performance teatrale dell’Attore Dario Natale (Scenari Visibili – Lamezia Terme) che interpreta i non facili versi di Rotella accompagnato dal percussionista Fabio Tropea .
A bruciapelo inizia il Film-documentario di Mimmo Calopresti “ L’ora della Lucertola”, un corto di grande effetto sulla vita dell’Artista, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, in cui lo stesso Rotella racconta del divieto materno di uscire nei pomeriggi d’estate spesso infranto per rincorrere le proprie migliori fantasie, quelle dell’ infanzia, destinate a lasciar sgorgare in seguito la più autentica ispirazione. Il Regista Mimmo Calopresti, presente in sala, commenterà con emozione di aver imparato molto da quelle parole e dalla persona di Rotella, non solo sul piano artistico ma personale e umano.
L’incontro si snoda fra nuove performance teatrali dal repertorio epistaltico ( Tokyo Kyoto, Ginko Biloba, Catù, Thank you) e testimonianze dirette offerte dal Direttore e dal Presidente della Fondazione Rotella, rispettivamente Piero Mascitti e Rocco Guglielmo, allievi e amici del Maestro. Parleranno da diretti conoscitori anche Alberto Fiz, Direttore del Marca, fra i massimi esperti di Rotella, e in chiusura la Presidente della Provincia, ex Assessore alla Cultura, On. Wanda Ferro.

L’On. ha calorosamente ringraziato per la corale partecipazione gli studenti e il corpo docente dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, che usufruisce per le proprie mostre temporanee o installazioni di una delle ale del Marca. L’Istituzione Museale favorisce da sempre il coinvolgimento dell’Accademia nelle proprie iniziative in modo a mantenere forte il contatto con i giovani artisti che si avvicinano alla pratica e allo studio dell’Arte Contemporanea, così da creare una linea ideale di continuità fra i Maestri e gli Allievi, seguendo e incoraggiando la crescita e la formazione di nuovi talenti in Calabria.
Ribadisce questo concetto a conclusione della serata proprio l’Onorevole, dichiarando apertamente di fronte alla platea gremita di studenti : “ Noi non facciamo tagli alla cultura.”
La manifestazione si conclude con l’apposizione di una targa intitolata al Maestro seguita da un rinfresco offerto in una sala dalle pareti di vetro, con vista notturna sulla città.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy