• Google+
  • Commenta
22 dicembre 2010

Concerto natalizio all’università di Napoli. Alla ri-scoperta della tradizione partenopea.

Servirsi della canzone per riscoprire le tradizioni solenni e mai nascoste di un popolo. Se poi tutto questo si mescola al clima natalizio, tutto assume un significato particolare ed altamente suggestivo con speciale riguardo per i nostalgici.

Non c’è niente di più bello e gratificante soprattutto se a fare ciò sono alcuni studenti universitari. E’ questo il pensiero dominante che ha spinto, il coro polifonico dell’Università Federico II di Napoli ad esibirs,i unitamente all’associazione studentesca “Musicanto” il giorno 22 dicembre 2010.

Sotto la direzione del maestro Antonio Spagnolo, i ragazzi daranno sfoggio della loro bravura e intonazione cimentandosi in delle canzoni che, oltre a ricordare il Natale ormai alle porte, rappresentano da tempo immemore la cultura partenopea nel senso più genuinamente considerato.

Questo periodo sostiene il maestro Spagnolo, è senza dubbio frenetico. Tutti sono impegnati a comprare gli ultimi regali o le ultime prelibatezze da mettere in tavola il giorno del Santo Natale. Durante queste settimane c’è il desiderio della gente di avvicinarsi al passato; ed è per questo che con il mio gruppo musicale, composto per la quasi totalità da studenti universitari, ho sentito la necessità di organizzare una serata nella quale è possibile ascoltare oltre alle canzoni che attengono alle festività natalizie, anche alcuni brani che rappresentano un vero e proprio cavallo di battaglia della tradizione napoletana. Mi auguro che la gente possa rispondere in massa a questo invito e apprezzare quante di buono sarà fatto in quella giornata“.

E’ prevista anche l’esibizione del pianista Pierfrancesco Borrelli e diversi assoli dei soprani Marina Faiella e Stefania Parisi.

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata