• Google+
  • Commenta
20 dicembre 2010

Dante e le equazioni della cosmologia medievale

Il capostipite della letteratura italiana conosciuto in ogni angolo del paese è Dante Alighieri.
La sua opera più famosa,la divina commedia, si presta spesso a parallelismi che vanno al di là dell’ambito letterario.

Martedi’ 14 dicembre,alle ore 13.00, nel Salotto della Biblioteca si è tenuto l’incontro “Dante e le equazioni della cosmologia medievale”, il quale si inserisce nell’ambito delle iniziative del Circolo “Vilfredo Pareto”.

Infatti,il seminario è stato organizzato dal Circolo di Lettura Biblioteca della Facoltà di Economia di Tor Vergata. In particolare,l’ha tenuto il prof.Roberto Buonanno, ordinario di Laboratorio di Astronomia.

Egli ritiene che che il richiamo che esercita il cielo stellato sia qualcosa di ancestrale e che il desiderio di comprendere la razionalità del mondo nel quale viviamo sia innato in tutti noi.

L’astrofisica consiste nel tentativo di interpretare l’universo, nelle sue scale maggiori, alla luce delle leggi fisiche che sperimentiamo alle scale minori. L’Italia ha una tradizione importantissima dell’astrofisica.

Non solo quella del ‘600 di Galileo che pure esiste ed è stata importantissima, ma anche quella più recente, che si innesta sulla grande scuola della Fisica italiana e che ci ha portato negli anni recenti a fare in modo che il 10% delle pubblicazioni mondiali in astrofisica vedano la partecipazione di un ricercatore italiano.

Buonanno,che insegna appunto astronomia e astrofisica, spiega che le equazioni dell’universo viste ad una cosmologia attuale si applicano ad una semplice trasformazione di coordinate,con un cambiamento di nome anche al cosmo di Dante.

Con l’aiuto di questo professore si è potuto assistere,nell’ambito del seminario,ad una lettura dantesca inedita; ad esempio, ci si chiede che fine faccia l’universo.

Una delle soluzioni di questa espansione è che l’universo torni all’indietro.
La cosmologia di Dante viene ben descritta da un universo chiuso della cosmologia moderna.
Dunque, quest’ultimo è un tema sicuramente di rilevante interesse.

Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy