• Google+
  • Commenta
7 dicembre 2010

Ericsson application Awards

Dopo il Nokia University Program, celebratosi qualche mese fa all’università degli studi di Messina, che ha visto due studenti vincitori dell’intero progetto grazie all’invenzione dell’applicazione Mobile Pet.

Ericsson ripropone il suo sostegno verso gli studenti e le aziende per lo sviluppo di nuove applicazione per dispositivi mobili e internet.

“Connected Things – le reti delle cose” è il tema di questa edizione. Nelle prospettive dell’azienda c’è l’elaborazione di 50 miliardi di dispositivi connessi entro il 2020.

Entro quella scadenza i flussi di informazioni digitali saranno veicolati non solo dalle reti di persone, ma anche dalle nuove reti delle “cose”, per un totale di 50 miliardi di dispositivi connessi.

Le applicazioni dovranno essere sviluppate su piattaforma Android utilizzando almeno una API di Ericsson Lab.

I premi messi in palio da Ericsson ammontano a un totale di 60.000 Euro.
Il primo premio consiste nell’erogazione di 15.000 euro e telefoni cellulari; il secondo consiste in 10.000 euro e telefoni cellulari; il terzo prevede la vincita di 5.000; per il quarto e quinto posto si prevede il rilascio del diploma.

I gruppi partecipanti, suddivisi in due categorie – studenti e aziende – sono chiamati ad iscriversi entro il 28 febbraio, e dovranno ideare un’applicazione attraverso la piattaforma di sviluppo Android utilizzando almeno un enabler (API) tra quelli messi a disposizione da Ericsson Lab, consultabili sul sito dell’iniziativa .

Nelle prime settimane dall’apertura delle iscrizioni il sito del concorso conta già oltre 250 utenti registrati e più di 50 team partecipanti provenienti da 37 paesi a livello globale.

Serena Calabrese

Google+
© Riproduzione Riservata