• Google+
  • Commenta
23 dicembre 2010

Erzurum 2011: è tutto pronto per la XXV edizione delle Universiadi Invernali

Mancano 35 giorni all’inizio della 25esima edizione dell Universiadi Invernali di Erzurum. L’Italia competerà in nove delle undici discipline previste. Manca poco più di un mese alla giornata inaugurale della XXV Universiade Invernale di scena sulle nevi di Erzurum in Turchia, dal 27 Gennaio al 7 Febbraio 2011.

I lavori dei cantieri per i nuovi impianti sono entrati ormai nella loro fase conclusiva. Il mondo universitario turco e quello politico hanno lavorato in stretto accordo per concludere presto e bene il palcoscenico dei giochi.

La regione ha investito somme considerevoli ed i risultati si stanno vedendo. Gli impianti di Konkli(sci alpino) e Kandili (fondo e biathlon) sono praticamente nuovi mentre quello di Palandoken (snowboard, stile libero) è profondamente rinnovato. Per il ghiaccio sono stati costruiti sei impianti, uno dei quali in grado di ospitare 3000 spettatori.

Erzurum è una delle città più grandi e moderne dell’Anatolia orientale. Durante i suoi 6000 anni di storia è stata il crocevia di molte fra le civiltà più importanti del mondo come Persiani, Romani, Bizantini e Ottomani.

Da sempre ha avuto un importante ruolo militare e strategico ed è utilizzata tutt’oggi dalle truppe NATO come piazzaforte. Vi hanno sede l’Università Internazionale per lo sport e la Federazione per i campionati mondiali invernali, fattori questi che hanno spinto il FISU a selezionare Erzurum come palcoscenico della XXVesima Universiade invernale.

All’evento parteciperanno 58 paesi di tutto il globo che saranno rappresentati dai loro universitari migliori. Le discipline copriranno larga parte del panorama agonistico invernale e saranno in tutto undici.

L’Italia competerà in nove di esse: Sci Alpino, Sci di Fondo, Freestyle, Snowboard, Ski Jumping, Biathlon, Short Track e Pattinaggio di Figura.

La manifestazione nacque a Torino nel 1959 da una intuizione di Primo Nebiolo. L’Universiade da allora ad oggi è cresciuta a dismisura tanto da fare gola a diverse nazioni.

L’Italia vanta un invidiabile primato organizzativo con quattro edizioni estive (Torino ’59 e ’70, Roma ’75, Sicilia ’97) e ben cinque edizioni invernali (Sestriere ’66, Livigno ’75, Belluno Nevegal ’85, Tarvisio 2003, Torino 2007) tutte coronate da grande successo.

Siccome l’appetito viene mangiando e il fascino dell’Italia è grande si prospettano nuove interessanti candidature nostrane per il 2017: la provincia di Trento per quelle invernali con la Regione Abruzzo per quelle estive.

Per ora si tratta soltanto di proposte che dovranno essere concretizzate nel più breve tempo possibile in quanto le aspirazioni di altre nazioni sono notevoli.

Nel frattempo non resta che attendere il 27 Gennaio e la cerimonia di inaugurazione che il comitato turco per l’organizzazione dei giochi invernali ha annunciato essere grandiosa.

Oltre alla presenza degli atleti e delle autorità si esibiranno i Fires of Anatholia con un spettacolo pirotecnico che, a detta degli organizzatori, lascerà senza fiato.

Claudio Capanni

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy