• Google+
  • Commenta
14 dicembre 2010

Università di Foggia : Presentazione cortometraggi, Humanities at the movies – Un mare di miti e di culture

Mercoledì 15 dicembre 2010 alle ore 16,30 presso l’Aula Magna della Facoltà di Lettere e Filosofia (Via Arpi, 176 – Foggia) si terrà la presentazione in anteprima di alcuni cortometraggi e contributi audio-video realizzati nell’ambito delle attività didattico-scientifiche della Facoltà
– Albania: la storia sommersa
Studio Blu Production-ASSO, in collaborazione con DISCUM-Università di Foggia
Giuliano Volpe – Rettore dell’Università degli Studi di Foggia

– La decima onda
Scritto e diretto da Francesco Colangelo. Sceneggiatura di Giovanni Cipriani e Antonella Gaeta. Con la partecipazione dell’attore Giorgio Colangeli. Prodotto da Bruno Tribbioli e Alessandro Bonifazi per la BLUE FILM con il sostegno dell’Apulia Film Commission e con il contributo del Comune di Vieste e dell’Assessorato al Turismo e cultura del Comune di Vieste.
Giovanni Cipriani – Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia.

– Un mare di incontri
Centro di documentazione visuale “Ester Loiodice”
Patrizia Resta – Ordinario di antropologia culturale

– Il paesaggio della transumanza
A cura di Saverio Russo – Direttore del Dipartimento di Scienze Umane
L’iniziativa nasce dall’idea di mostrare, attraverso gli strumenti della comunicazione visuale, i risultati di alcune attività didattiche e scientifiche condotte nei vari settori scientifici disciplinari dalla Facoltà. Un modo nuovo per trasmettere la propria identità, i propri vissuti, la propria cultura, i progetti futuri.

Attraverso la comunicazione per immagini (cortometraggi e contributi audio-video) la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Foggia racconta le proprie esperienze di ricerca sul campo che si configurano come un viaggio complesso e straordinario che passa attraverso lo studio, la sperimentazione, il confronto, la curiosità, il metodo operativo.

All’incontro interverranno: Alba Sasso, Assessore regionale al Diritto allo studio, Silvio Maselli, Direttore Apulia Film Commission, Alessandro Bonifazi, BLUE FILM, Francesco Colangelo, Regista, Antonella Gaeta, Giornalista di Repubblica, Marcello Marin, Direttore del Dipartimento di Tradizione e Fortuna dell’Antico, Domenico Cofano, Ordinario di Letteratura italiana, Francesco De Martino , Ordinario di Lingua e Letteratura greca.
Descrizione sintetica dei cortometraggi e dei contributi audio-video

Albania: la storia sommersa
Il cortometraggio realizzato da Studio Blu Production presenta i risultati di un importante progetto di ricerca nel settore dell’archeologia: il Progetto LIBURNA.

Archeologia subacquea in Albania, condotto, sotto la direzione di Giuliano Volpe, dal Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli Studi di Foggia, in collaborazione con l’Istituto di Archeologia del Centro studi albanologici di Tirana e con l’Associazione ASSO di Roma. Il progetto, avviato nel 2006, si avvale del supporto di numerosi partner ed enti promotori tra cui il Ministero per gli Affari Esteri (che lo ha inserito tra i Progetti di Rilevante Interesse Scientifico), la Regione Puglia-Assessorato al Mediterraneo, l’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo, il Ministero della Cultura Albanese, la Guardia di Finanza italiana-Nucleo Frontiera Marittima di Durazzo.

Dopo le ricerche condotte negli scorsi anni, nel 2007, quando è stata indagata la baia di Porto Palermo, un’area di notevole interesse paesaggistico e archeologico, e nel 2008 e 2009, quando le indagini archeologiche hanno interessato la baia di Valona, l’antica Aulona, l’area dell’antica Orikum e il promontorio di Karaburun, le ricerche del 2010 hanno riguardano l’ampia baia di Durazzo, l’antica Durrachium, una delle principali città portuali della costa illirica. La missione ha conseguito risultati molto interessanti.

Sono state indagate in particolare tre zone corrispondenti ai capi che delimitano la baia, a nord di Durazzo Capo Pali e Capo Rodoni, a sud Capo Laghi. Grazie a numerosi reperti archeologici databili in età arcaica e tardo medioevo, le ricerche hanno consentito di ricostruire le rotte commerciali adraitiche e mediterranee nelle quali le coste albanesi erano inserite.

La decima onda
La storia, nata da un’idea del prof. Giovanni Cipriani e di Antonella Gaeta, vede protagonisti principali nelle vesti di tre pescatori, l’attore romano Giorgio Colangeli, nastro d’argento nel 1998 per “La Cena” di Ettore Scola e protagonista di numerosi film tra cui “L’Aria Salata”, “La nostra vita” e “Parlami D’Amore”, il foggiano Michele De Virgilio, co-protagonista con Lino Banfi nella nuova serie Tv “Tutti padri di Maria”, l’attore veneto Dario Masciello e l’attrice barese Laura Jesia. Il cortometraggio che sarà proposto ai maggiori festival nazionali e internazionali è stato prodotto da Bruno Tribbioli e Alessandro Bonifazi per la BLUE FILM con il sostegno dell’Apulia Film Commission e con il contributo del Comune di Vieste e dell’Assessorato al Turismo e cultura del Comune di Vieste. Il regista Francesco Colangelo ha girato per quattro giorni tra il mare aperto, la spiaggia ed alcuni angoli caratteristici di Vieste per raccontare una storia che parte dalla narrazione classica per poi svilupparsi in un intreccio di sentimenti e mistero.

Un mare di incontri
In Nigeria, presso il gruppo etnico Edo, quando una persona muore si esegue un doppio rito di sepoltura, il primo il giorno dopo il decesso e il secondo a distanza di tempo ed in forma festiva. Un mare di incontri, realizzato e prodotto dal Centro di Documentazione visuale “Ester Loiodice” e dalla Cattedra di Antropologia Culturale dell’Università degli Studi di Foggia, documenta un rito di seconda sepoltura, organizzato nel basso tavoliere foggiano da una donna di etnia Edo in memoria della madre.

Il Rito, a cui ha preso parte la comunità nigeriana presente, racconta del legame che i migranti conservano con la cultura cui appartengono e si è svolto contemporaneamente a Benin City ed in Capitanata nell’agosto 2005. Il filmato, archiviato come documento visuale presso il Centro, per l’occasione viene presentato in veste di breve documentario che, pur nei volti volutamente oscurati per il rispetto dovuto ai protagonisti, conserva ancora l’alchimia degli schizzi visuali su cui si fonda. Mette in scena i diversi momenti della festa in cui il tempo sacro e il tempo profano paiono sapientemente mescolarsi.

Dalle libagioni alle danze, dalla preghiera corale alle offerte in denaro, tutto ruota intorno al ricordo della madre, posta in ritratto al centro dello spazio festivo e alla figlia vero baricentro del rito, della festa e, per un giorno, dell’intera comunità nigeriana migrante. Esempio di ritualità altra, testimonia come la Capitanata si confermi terra in cui tradizione e migrazione si confondono in un “mare di incontri”.

Il paesaggio della transumanza
Il contributo – a cura di Saverio Russo e Roberta De Iulio – intende documentare una ricerca in corso che ha come oggetto la memoria della transumanza e le politiche di conservazione di quei particolari beni culturali che sono costituiti dai tratturi.

Da un lato, per ricostruire la “memoria del tratturo” si sta operando attraverso la raccolta della documentazione cartografica ed iconografica, della memorialistica pubblica e privata, delle tracce della transumanza nella narrativa meridionale tra Otto e Novecento, dall’altro, per tramandare il bene per le future generazioni si cerca di predisporre un repertorio di buone pratiche, di corrette politiche di tutela dei tratturi per il loro riuso per la mobilità lenta e l’escursionismo.

Un progetto mirato – predisposto in collaborazione con la Provincia di Foggia, all’interno delle misure di accompagnamento del Piano Paesaggistico regionale – riguarderà il tratturo Pescasseroli- Candela.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy