• Google+
  • Commenta
13 gennaio 2011

Cocaina addio. Buoni i risultati del vaccino

Arrivano dal Weill Cornell Medical College di New York City i risultati positivi sul vaccino contro la cocaina.

Lo studio avvenuto sui topi ha visto l’utilizzo del virus del raffreddore, o meglio di quella parte dell’adenovirus che avvisa il nostro sistema immunitario della presenza di “intrusi” nell’organismo, scatenando una reazione e di una molecola analoga alla cocaina.

Il siero creato permetterebbe, così all’organismo, di riconoscere questo tipo di droga e di conseguenza potrà attivare le difese immunitarie. In questo modo impedirà al principio attivo della sostanza di arrivare al cervello, compromettendone le funzioni.
Gli esperimenti hanno dimostrato che l’efficacia è di 13 settimane.

Non è la prima volta che si tenta la strada dell’immunizzazione nei confronti della cocaina – afferma Ronald Crystal, presidente e docente di medicina genetica al W.C.M. College – ma questo è il primo approccio che probabilmente non richiederà sforzi eccessivi nella messa a punto del vaccino. E, per questo, probabilmente potrà rapidamente essere testato sull’uomo“.

Ancora in forse, dunque, la sperimentazione sull’uomo.
Chissà se all’orizzonte c’è anche l’intenzione di un vaccino contro altri tipi di droga. Certo è che il vaccino risulta inutile nei soggetti dove non vi è la volontà di disintossicarsi.

Irene Cassaniti

Google+
© Riproduzione Riservata