• Google+
  • Commenta
29 gennaio 2011

Giornata della memoria. All’Unical Max Mazzotta con lo spettacolo teatrale “Vuoti di memoria”

Nel ricco programma per la giornata della memoria organizzata dall’Unical spazio anche per il teatro.Giovedì 27 Gennaio, alle ore 10,30 (riservato ai soli ragazzi degli istituti medi superiori) e alle 20, in occasione della Giornata della memoria 2011 tenutasi all’Università della Calabria, ha calcato il palco del Piccolo Teatro dell’ateneo la compagnia “Libero Teatro”, di cui è direttore artistico l’attore cosentino Maximiliam Mazzotta, con lo spettacolo “Vuoti di memoria”.

Uno show in tema con lo spirito della Giornata della memoria: protagonisti infatti, in un certo senso, sono due condizioni umane, la vittima e il carnefice. Gli attori, sotto le spoglie di gerarchi nazisti, soldati e deportati, recitano brani estratti da Primo Levi, William Shakespeare, Albert Camus, Georges Ivanovic Gurdjieff, tramite cui narrano gli orrori compiuti dall’uomo, presenti nella storia e nella memoria collettiva.

Tra tutti questi orrori a cui l’uomo ha potuto assistere nel corso dei millenni, lo spettacolo narra uno di quelli a noi più vicini, ovvero la carneficina dei lager nazisti, il momento in cui il male ha raggiunto uno dei punti più alti della storia umana: lo sterminio lucido e razionalmente progettato di un gruppo razziale.

I ragazzi di “Libero Teatro” con la loro rappresentazione ci narrano fatti ispirati a chi ha vissuto in prima persona la barbarie dei campi di concentramento: fatti che sono una “dialettica” tra vittima e carnefice, fatti raccontati attraverso i labirinti della mente umana: lasciato da parte il classico racconto lineare e cronologicamente ordinato, gli attori rappresentano una vicenda ricostruita tramite il riempimento di “vuoti di memoria” da parte di chi non vuole cadere nell’abisso dell’oblio.

Ottima la regia di Max Mazzotta: l’attore di “Paz!” ha dimostrato di essere un ottimo direttore artistico e regista, mettendo in piedi uno spettacolo piacevole e che indubbiamente fa molto riflettere.

Alberto De Luca

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy