• Google+
  • Commenta
27 gennaio 2011

It’s PunkTime! Roma il punk incontra le arti visive fino al 20 Marzo.

“EuroPunk. La cultura visiva punk in Europa, 1976-1980” è la mostra che si sta svolgendo a Roma a Villa Medici, sede dell’Accademia di Francia.

L’intenzione è quella di promuovere il punk nella sua componente più artistica, fatto di performance, oggetti, abiti, poster, volantini e disegni. Venendo a creare così, un’influenza che va oltre il panorama musicale e che diviene movimento culturale, che dalla fine degli anni ’70 continua ad essere leggenda.

Non ci può essere una storia del punk che faccia a meno delle immagini -ammette Éric de Chassey, promotore e curatore della mostra – Questo movimento non è mai rientrato nel campo dell’arte pura essendo una cosa diversa dall’industria culturale. Dimostrando un’ambizione, caratteristica dell’arte più alta, cioè cambiare la vita. Se vi è una specificità del punk in tutte le sue manifestazioni, è proprio questa, la volontà di cambiare il mondo “.

L’esposizione vanta 550 oggetti d’autore che passano in rassegna non solo i gruppi più famosi, divenuti icona, come i Sex Pistols, ma anche i piccoli gruppi cresciuti a livello nazionale in tutta la regione europea. Si fanno largo quindi Francia, Germania, Italia, Svizzera e Olanda in relazione alla terra madre del punk, il Regno Unito.

Ne deriva così, che la risposta iconografica ai Sex Pistols è un gruppo francese, rimasto a lungo anonimo come i Bazooka: “L’unico equivalente alla potenza della cultura visiva dei Sex Pistols risiede nelle produzioni del gruppo Bazooka.– sostiene de ChasseyIl gruppo nacque da una comunità d’interessi e di usi raggruppando principalmente studenti dello stesso atelier della Scuola delle Belle Arti di Parigi. Il modo in cui funziona questa associazione è quindi molto simile a quello di un gruppo musicale, anche se non ha mai realizzato né un disco né un concerto, serbando la propria energia per la creazione di immagini. Invece di suonare, questo gruppo gioca con le immagini“.

Il Punk attraverso i suoi messaggi provocatori, nelle sue mille sfaccettature resterà a Roma (poi la collezione si trasferirà a Ginevra) fino al 20 marzo.

La mostra seguirà i seguente orario: dal martedì alla domenica 10.45-13, 14-19. Il giovedì fino alle 23.
L’ingresso, che include oltre alla mostra anche la visita ai giardini, è di 9 euro intero e 7 euro il ridotto.
Per maggiori informazioni contattare il numero 06-67611

Irene Cassaniti

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy