• Google+
  • Commenta
7 gennaio 2011

L’artista Sukran Moral minacciata di morte si rifugia a Roma

Ho sempre cercato la provocazione, ma in vent’anni di carriera questa è la prima volta che devo scappare a causa del mio lavoro. Ho paura, ma soprattutto mi spiace lasciare incompiuta la mia opera” dice Suckran Moral, l’artista turca provocatrice e peccaminosa, fuggita a Roma a causa delle numerose minacce di morte ricevute.

L’anno scorso esposi una fotografia di una donna nuda con la vagina aperta e coperta di sangue e non successe nulla.”- ricorda Moral – “Solo un uomo, durante l’inaugurazione mi si avvicinò per insultarmi. Mi disse ‘mi fotterei questo’.

Alla base delle minacce vi è uno spettacolo, Amemus, portato in scena nella Casa Dell’Arte di Istanbul, durante la quale, la performer faceva sesso con un’altra donna. Il pubblico scandalizzato abbandonò la sala in meno di venti minuti, mentre le due donne proseguivano incuranti nella loro rappresentazione.

Amemus voleva essere una metafora sulla manipolazione del sesso da parte delle autorità, ma “c’è molta gente che non è pronta per le idee nuove” ha commentato al quotidiano spagnolo “El Pais” la donna.

L’arte utilizzata per infrangere i tabù sociali : “lavoro per mostrare la gente dimenticata dalla società: gli omosessuali, i matti e soprattutto le donne” in una nazione dove esistono 200 casi di omicidio per onore all’anno e un altissimo tasso di violenza domestica (il 95% delle donne ammette di aver subito un qualche tipo di violenza), e quasi un milione di bambini lavorano.

Ora anche lei fa parte di quella lunga lista di artisti e intellettuali obbligati ad esiliarsi dalla Turchia per le loro idee, come successe al premio Nobel per la letteratura Ohran Pamuk. La prospettiva per chi non fugge è il carcere o nel peggior dei casi la morte (ovviamente accidentale!).“Non credo che possano esiliare gli artisti per sempre.”-continua la donna- “Spero per il bene del mio paese che non diventi mai un posto dal quale la gente debba fuggire per non farvi più ritorno”.


Irene Cassaniti

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy