• Google+
  • Commenta
3 gennaio 2011

“Stoccate Vincenti. Edoardo Mangiarotti, il Mito e la Scherma”

E’ stata presentata presso la sala Carroccio del Campidoglio, la giornata-evento “Stoccate Vincenti. Edoardo Mangiarotti, il Mito e la Scherma”.

L’iniziativa,proposta dall’associazione Ars media, sarà realizzata dall’ufficio le politiche sportive di roma capitale e con il patrocinio della federazione italiana scherma.

La giornata evento,che si terrà il 21 di marzo, si inserisce nel contesto degli eventi sportivi e culturali capitolini ed ha come fine ultimo quello di conferire prestigio e gloria ad una disciplina nobile e antica come la scherma.

Alessandro Cochi, delegato alle politiche dello sport di roma capitale ricorda che la scherma con la sua disciplina dà sempre tanti successi; cosi’ è stato nel passato,lo è ancora nel presente odierno per questo va celebrata.

La giornata dedicata alla scherma si svolgerà nella splendida cornice della piazza del Campidoglio: qui si svolgeranno nella prossima primavera, esibizioni di questa nobile arte.

Infatti, sarà allestita una pedana dove potranno esibirsi in gare sportive alcuni allievi della scuola di Roma e provincia. Verrà inoltre consegnata una targa di riconoscimento al mito di Edoardo Mangiarotti.

Giorgio Scarso, presidente di Federscherma,ritiene che questo sia lo sport che rappresenta i valori autentici della italianità. Macerotti è stato l’interprete autentico di questa cultura e Scarso pensa che sia estremamente importante che, in giro per il mondo, quando si parla di schema ci si riferisca all’Italia.

A fine conferenza stampa è stata scoperta dal telo tricolore una stele,da poco restaurata, presente nel parco sulle pendici del campidoglio; questa celebra l’impresa della squadra di scherma italiana alle olimpiadi di Berlino del 1936.

Tra quei campioni vi era anche Edoardo Mangiarotti, maggior esponente mondiale di scherma, orgoglio e bandiera dello sport italiano nel mondo.

L’evento sarà appunto occasione per rendere omaggio a chi ha saputo valorizzare, grazie ai suoi successi e ai suoi record, la scherma nazionale e internazionale di cui Macerottiancora oggi rappresenta un punto di riferimento; riscoprire quella cultura sarà certamente un bel momento per ricordare chi per anno ha difeso in maniera egregia i colori italiani.

Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata