• Google+
  • Commenta
18 febbraio 2011

Lamezia Terme : il Comune finanzia un Laboratorio Teatrale per gli Studenti

Un modo per esprimersi e sviluppare le proprie attitudini attraverso l’interazione con l’altro sotto la guida di esperti

Non è necessario desiderare un futuro da Attori di copertina per partecipare ai Laboratori del Teatro che non c’era, anzi è l’ultima delle cose da fare. Te lo spiegano appena entri, prima che tu possa fantasticarti a firmare autografi mentre guardi la tua faccia sui tabloid, insomma : ti conviene seguire una strada più breve oggi, se vuoi quello. Il Teatro è Arte, impararlo significa lavorare su se stessi, sulle proprie timidezze, sulle proprie resistenze. Autenticamente. Almeno se si vuole farlo davvero.

Anche a Lamezia Terme, un piccolo Comune che grazie all’interessamento di un Sindaco illuminato, Gianni Speranza, e all’attività di un Regista geniale, ma soprattutto convinto a resistere e a non abbandonare il Meridione d’Italia, si è dotato di un proprio Laboratorio Teatrale giovanile pubblicamente finanziato, e dunque gratuito. Un Laboratorio Stabile, visto che ormai da cinque anni svolge regolarmente i suoi corsi che culminano in un annuale frequentatissimo Spettacolo, che nella sua prima edizione ha avuto l’onore d’essere rappresentato anche al Palazzo Vecchio di Firenze, a Settimo Torinese, a Catanzaro Lido, riscuotendo sempre ottimi consensi.

Il Regista, Francesco Pileggi, premiato in numerose occasioni per i suoi cortometraggi e ospitato in diverse Rassegne Teatrali, ha realizzato questo Laboratorio appositamente per gli Studenti pur essendo specializzato nel training teatrale di attori non solo giovani e adulti ma anche appartenenti ad altre fasce d’età : Francesco ha il dono, supportato ovviamente da corsi di specializzazione adeguati, di portare in scena e dirigere attori bambini – anche molto piccoli -, e portatori di handicap, nel pieno rispetto delle loro sensibilità e peculiarità e con risultati scenici straordinari che rimangono indelebili non solo nelle memorie degli spettatori ma degli attori stessi.

Un’attitudine stupefacente che rende i Laboratori del Teatro che non c’era aperti ad interazioni che amplificano le possibilità di ognuno, dunque ancora più speciali : un occasione imperdibile per portare alla luce le proprie potenzialità sconosciute e scoprire attraverso se stessi e in se stessi un Mondo, quello del Teatro, che nasce con l’uomo e con il suo desiderio di esprimere e imprimere i propri sentimenti rendendoli Storia e Suggestione, parte integrante della coscienza collettiva.
Le adesioni dell’ultimo Laboratorio sono state numerose e il prossimo Spettacolo del Teatro che non c’era è atteso per maggio : subito dopo, se i fondi saranno ancora stanziati, come ci si augura, avrà inizio per questi giovani attori una nuova Avventura.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy