• Google+
  • Commenta
21 marzo 2011

LUMSA : Il Premio Nobel Rubbia

150 anni di Unità d’Italia, il Rettore Dalla Torre: felice opportunità per una riflessione sul campo della ricerca e dell’educazione. Fondamentale il contributo dei cattolici nel “fare gli italiani”.

Il Premio Nobel per la Fisica, Carlo Rubbia, sarà ospite dell’inaugurazione dell’Anno Accademico della LUMSA, prevista per il 24 marzo alle ore 16,30. Rubbia, che è professore di particelle fisiche di alta energia al CERN di Ginevra e membro della Pontificia Accademia delle Scienze, terrà un intervento dal titolo “Responsabilità e doveri della scienza nella società moderna”.

Prima della cerimonia, Carlo Rubbia incontrerà i giornalisti alle ore 15 in una conferenza stampa-dibattito.

“I saperi scientifici – osserva il Rettore, prof. Giuseppe Dalla Torre – non possono assolutamente essere ignorati da una Università che vuol essere luogo di convergenza dei vari rami delle conoscenze umane. Ed in effetti in più ambiti di sapere coltivati nel nostro Ateneo il confronto con le conquiste della scienza e della tecnologia è quotidianamente presente”.
C’è poi – aggiunge il Rettore – la grande ed affascinante provocazione intellettuale che oggi, ancora più che ieri, nasce dal confronto tra fede e scienza in un luogo di studio qual è la LUMSA, istituzione universitaria di ispirazione cattolica”.

Uno dei motivi dominanti della giornata sarà anche il centocinquantesimo anniversario della sua unificazione, che l’Ateneo avverte come una felice opportunità sul campo della ricerca e dell’educazione, per cogliere il vivo della tradizione italiana, così profondamente forgiata dal cattolicesimo e dalla Chiesa. Durante l’inaugurazione saranno anche ricordate le iniziative avviate dalla LUMSA che si collocano nel solco della ricorrenza, cominciando da quelle storiche dirette a mettere in evidenza il consistente e reale apporto del mondo cattolico nel processo unitario.

“Diversamente da quanto vuole una corrente vulgata, che sostanzialmente si ferma al cosiddetto “Risorgimento scomunicato”, all’unificazione nazionale – afferma il Rettore – hanno contribuito significativamente esponenti del mondo cattolico: da un Silvio Pellico ad un
Vincenzo Gioberti, da Antonio Rosmini ad Alessandro Manzoni. Soprattutto i cattolici italiani, per una sorta di eterogenesi dei fini che seguì l’astensione dalla partecipazione alla vita politica a causa del non expedit, si gettarono nell’impegno sul terreno dell’educazione, dell’istruzione, del sociale, dell’economia cooperativistica, dando così un fondamentale contributo nel perseguimento dell’obbiettivo di “fare gli italiani”, secondo la nota espressione di Massimo d’Azeglio: obbiettivo senza il quale l’unità politica sarebbe stata fondata sulla sabbia”.

La giornata sarà aperta dal saluto del card. Attilio Nicora, presidente del CdA della LUMSA. Seguirà la relazione del Rettore sull’attività d’Ateneo
nell’ Anno Accademico 2009-2010.

Dopo l’intervento della rappresentanza studentesca e quello del prof. Carlo Rubbia, la prof.ssa Consuelo Corradi, Ordinario di Sociologia Generale, terrà la prolusione: “Un vuoto d’uomini. Lo sguardo della modernità sulla bellezza”.

Giovedì 24 marzo 2011

Ore 15
Carlo Rubbia incontra i giornalisti
Università LUMSA
Borgo Sant’Angelo 13 – Roma

ore 16,30
Cerimonia di inaugurazione
dell’anno accademico LUMSA
2010-2011

Università LUMSA
Aula Magna
Borgo Sant’Angelo 13 – Roma

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy