• Google+
  • Commenta
25 marzo 2011

Occasione per i laureandi delle Università di Messina e Reggio Calabria

Il giorno 23 marzo 2011 si è svolta la prima riunione del Comitato di Coordinamento per attuare il Protocollo per la formazione, la ricerca, il trasferimento tecnologico, l’erogazione di servizi e prestazioni strumentali alla realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina.

Tale protocollo fu firmato nel settembre del 2010 dall’Università degli studi di Messina e dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria, con la società Stretto di Messina.

Scopo della riunione è stato quello di delineare i criteri di accesso e di selezione dei partecipanti per i previsti stage formativi che andranno ad interessare diversi settori di studio delle due università.

In particolare gli stage saranno rivolti a sei laureandi (tre per ciascuna Università), iscritti presso le facoltà di Ingegneria, Architettura, Economia e Giurisprudenza. Gli stage avranno la durata di quattro mesi.

Diverse le aziende coinvolte nel progetto, sia italiane che internazionali. Oltre alla Stretto di Messina, sarà infatti possibile svolgere le attività di tirocinio presso la Contraente Eurolink, il Project Management Consultant Parsons, il monitore ambientale Fenice e Anas, ognuno per le proprie competenze, sia nelle sedi per quanto riguarda gli aspetti teorici, che direttamente presso i cantieri dove operano le società ospitanti.

Durante la riunione sono state firmate le convenzioni tra le Università e i vari soggetti ospitanti, inoltre è stata definita la tempistica di pubblicazione dei bandi di selezione per i tirocini che avverrà entro il mese di aprile.

Al termine degli stage formativi sarà rilasciato un attestato di partecipazione al progetto e le certificazioni delle attività svolte presso ciascuna delle società coinvolte.

Un’occasione importante per gli studenti che avranno l’opportunità di partecipare all’iniziativa. Il lavoro sul campo permetterà di acquisire conoscenze tecniche che spesso le università italiane non riescono a fornire.

Il rettore dell’Università di Messina, Professor Francesco Tommasello, ha affermato nell’occasione che questo dovrebbe essere solo il primo passo nella direzione del potenziamento dei processi formativi, dell’attivazione dei laboratori di ricerca connessi non solo alla realizzazione del ponte ma anche alla pianificazione del territorio.

Si spera che quanto affermato si possa realizzare e che questo progetto sia solo il primo che coinvolga le giovani intelligenze di Calabria e Sicilia.

Francesco Tamburrino

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy