• Google+
  • Commenta
15 marzo 2011

Percorsi per la legalità

“Ndrangheta made in Germany” e “Primo sangue”.

In due libri, la violenza e la strategia espansiva della mafia calabrese, presente anche in Abruzzo.

Il primo libro è di Giuseppe Lumia e Orfeo Notaristefano.

Il secondo di Aldo Pecora, assieme a Rosanna Scopelliti.

La Ndrangheta ha risalito lo stivale, insediandosi nelle regioni del centro-nord per sconfinare poi in Germania, in Europa, nel mondo.

Percorsi per la legalità, giovani contro le mafie: è ciò di cui si è parlato presso l’Auditorium del Rettorato, nel Campus di Chieti, commentando e prendendo spunto dai due testi citati sopra.

Dopo il saluto del Rettore della d’Annunzio, Franco Cuccurullo, sono intervenuti il Senatore Giuseppe Lumia, il consigliere regionale Nicoletta Verì, il Procuratore della repubblica di Pescara Nicola Trifuoggi, il prof. Antonello Canzano della Facoltà di Scienze Sociali Ud’A e, in rappresentanza delle Associazioni “Ammazzatecitutti”, “La voce di Fiore” “Fondazione Caponetto “e “I Guardiani del Borgo antico” di Palagianello, rispettivamente Antonio Iafano, Emiliano Morrone, Raffaele Vallefuoco e Luigi Resta.

Come moderatore il giornalista Orfeo Notaristefano.

Lucia Iorio

Google+
© Riproduzione Riservata