• Google+
  • Commenta
19 aprile 2011

Massimiliano Fuksas incontra gli studenti della Sapienza

Il 20 aprile 2011, alle ore 17.30, presso l’Aula Magna della Facoltà di Architettura Valle Giulia di Roma, Massimiliano Fuksas e Achille Bonito Oliva inaugureranno con una lectio magistralias, Lo stato delle arti. Arte, Architettura, Design, l’anno accademico 2010-2011 dei Corsi di Laurea in Disegno Industriale.

Di origine lituana, Massimiliano Fuksas nasce a Roma nel 1944, dove si laurea in Architettura all’Università La Sapienza nel 1969. Nel 1967 inaugura il suo studio romano, cui seguono, nel 1989 e nel 1993, i suoi studi di Parigi e di Vienna. Dal 2002 è attivo anche in Germania, con uno studio a Francoforte. Dal 1988 al 2000 è stato Direttore della VII Biennale Internazionale di Architettura di Venezia.

Dedito in particolar modo ai problemi urbani nelle grandi metropoli, ha incentrato la sua pratica artistico-professionale sulla realizzazione di opere pubbliche. La sua attenzione è volta alla ricerca di un nesso che leghi il contesto alla costruzione che lo andrà ad abitare.

Tra i suoi progetti più ambiziosi ricordiamo Maison des Arts a Bordeaux, Francia; due grattacieli per uffici Vienna Twin Tower a Vienna, Austria; Nuova Fiera di Milano a Rho-Pero, Milano; Chiesa di San Paolo Apostolo a Foligno, Italia.

Achille Bonito Oliva, critico e professore di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Università La Sapienza di Roma, nasce a Caggiano (Salerno) nel 1939. Compie studi classici, per poi laurearsi in giurisprudenza nel 1961. Successivamente si iscrive alla Facoltà di Lettere e matura la sua iniziale vocazione, la poesia. Nel 1967 esce il suo primo libro dal titolo Made in mater. Curatore di mostre in Italia e all’estero, autore di video, Oliva ha ottenuto numerosissimi riconoscimenti.

Due personalità esemplari dunque, che ci parleranno delle complesse relazioni tra arte, architettura e design che si stabiliscono nel progetto contemporaneo a partire dall’impulso creativo.

Un appuntamento da non perdere, ricordando che è sempre importante il confronto con chi ha saputo fare di un’Arte un mestiere.

Margherita Teodori

Google+
© Riproduzione Riservata