• Google+
  • Commenta
21 aprile 2011

Otto Preminger, 25 anni dopo

Sabato 23 Aprile, a distanza di 25 anni dalla morte, Otto Preminger verrà celebrato da Sky attraverso la messa in onda del colossal Exodus (ore 17.35 su MGM), film tratto dal romanzo omonimo di Leon Uris ed interpretato da un sublime Paul Newman.

Il film racconta le drammatiche vicende che portarono alla nascita dello Stato d’Israele, dal viaggio di 600 ebrei partiti da Cipro verso la Terra Promessa a bordo della vecchia nave chiamata “Exodus”. La pellicola si aggiudicò nel 1960 il Premio Oscar® per la splendida colonna sonora scritta da Ernest Gold.

Exodus di Otto Preminger con Paul Newman, Eva Marie Saint, Ralph Richardson è una pellicola del 1960 che rappresenta uno dei picchi più alti toccati da Preminger, sicuramente insieme a Vertigine del 1943 e film come L’uomo dal braccio d’oro (1955), con Frank Sinatra e Kim Novak, Buongiorno tristezza (1957) con Walter Chiari, Anatomia di un omicidio (1959), con James Stewart e Tempesta su Washington (1962), con Charles Laughton, Peter Lawford, Henry Fonda e James Stewart.

Preminger, un innovatore, un cultore e un rinnovatore del buon cinema, a 25 anni dalla scomparsa risulta quasi completamente sconosciuto ai più, spesso ingnorato anche da chi studia cinema. Difficile immaginare che anche la Rai si ricordi di commemorare il suo lavoro, probabile che ci sia da parlare dell’Isola dei famosi o qualcosa di simile.

Tommaso Ceruso

Google+
© Riproduzione Riservata