• Google+
  • Commenta
28 aprile 2011

Università di Padova : Progetto contro l’AIDS

Grand Challenges Explorations (GCE) finanzia progetto di una ricercatrice padovana che prevede uno studio per la cura dell’HIV.
Dal 2008 Grand Challenges Explorations, finanziata dalla Bill & Melinda Gates Foundation, sostiene la ricerca nel campo della salute umana per quelle malattie che non hanno ancora trovato una cura efficace. Per questo ogni anno circa 150 finanziamenti vanno a progetti che abbiano idee altamente innovative. Per la gran parte sono stati fino a oggi finanziati progetti di ricercatori americani, è la prima volta che un ricercatore padovano riceve questo importante contributo.

Sara Richter, ricercatrice del Dipartimento di Istologia, Microbiologia e Biotecnologie mediche dell’Università di Padova, ha ottenuto un finanziamento di 100.000 $ dalla GCE grazie al progetto che prevede lo sviluppo di piccole molecole che abbiano come bersaglio G-quadruplex all’interno del genoma di HIV-1 integrato, in modo da indurre un segnale per la degradazione del DNA, andando così a colpire selettivamente le sole cellule infettate dal virus. Uno studio che, se darà i risultati attesi, costituirà una strategia antivirale senza precedenti, con possibilità di eradicazione dell’infezione.

Il finanziamento all’importante progetto di ricerca si giustifica da solo, dati alla mano: nel mondo si stima ci siano circa 34 milioni di persone affette da HIV, di cui la metà donne e oltre 2 milioni di bambini, tenendo conto che i dati per le regioni africane sono molto approssimati; in Italia nel rapporto 2008 risultavano 150.000 persone infette, di cui più di 22.000 con AIDS conclamato. Ogni passo avanti che la ricerca può fare in questo ambito è un fondamentale mattone per migliorare la salute nel mondo.

La dottoressa Sara Richter aveva già ottenuto in precedenza, con un progetto di ricerca che riguardava sempre G-quadruplex come bersagli terapeutici, un altro prestigioso finanziamento, l’ERC-Ideas dalla Comunità Europea.

La GCE finanzierà i progetti di successo con un successivo contributo fino a un massimo di 1 milione di dollari.

Google+
© Riproduzione Riservata