• Google+
  • Commenta
6 Maggio 2011

Festival d’Europa 2011: l’università fiorentina si tinge di blu

Dal 7 al 10 Maggio Firenze ospiterà la prima edizione del Festival Europa 2011, l’università sarà fra i protagonisti più atttivi. L’Università degli Studi di Firenze parteciperà al Festival d’Europa 2011 che si terrà nella città fiorentina dal 7 al 10 Maggio.

Sono previsti incontri, conferenze, seminari e workshop sul ruolo dell’Unione Europea per il sostegno alla ricerca, alla formazione e alla mobilità studentesca.

Il supporto del mondo universitario sarà dato sopratutto dalle “notti blu”, serate in cui gli atenei resteranno aperti con un programma di iniziative no-stop dalle 9 alla mezzanotte.

Il capoluogo toscano ospita infatti l’ Istituto Universitario Europeo (IUE), l’unica struttura accademica fondata dai Paesi membri della Comunità europea, che ha fra i propri compiti quella di fornire un contributo intellettuale al processo di integrazione europea.

Proprio l’istituto ha deciso di valorizzare questi aspetti organizzando l’evento biennale.

Per tutta la sua durata dal 7 al 10 maggio 2011, Firenze si colorerà di blu, il colore ufficiale dell’UE. Nelle piazze, nei centri culturali, nei teatri, nelle scuole della città saranno organizzati eventi culturali, mostre, iniziative didattiche e accademiche ed incontri socio-economici.

L’invito dell’ateneo fiorentino è rivolto agli studenti, alle future matricole, ma anche a tutti coloro che sono interessati a conoscere più da vicino la realtà universitaria.

Sono previsti infatti tre incontri dal titolo “Europa in ricerca”, sulle linee europee di finanziamento alla ricerca, “La scommessa Jean Monnet”, per fissare un incontro sull’innovazione nella didattica in Europa, e infine “La formazione universitaria europea: i corsi di laurea con doppio titolo o titolo congiunto”, per parlare di quanto elaborato nell’Università di Firenze.

Numerosi i temi che verranno approfonditi negli incontri pubblici e che saranno anche illustrati in alcuni touch screens esposti nei luoghi centrali del Festival in città, con la collaborazione, per la progettazione espositiva, degli studenti del corso di laurea magistrale in Comunicazione strategica della facoltà di Scienze politiche “Cesare Alfieri”.

Tra i relatori che presenzieranno gli incontri all’interno degli atenei fiorentini saranno presenti nomi di prestigio dell’ambito politico nazionale come Stefania Prestigiacomo, Giuliano Amato, Sergio Cofferati e Vittorio Prodi, parlamentari europei.

L’ateneo tenta così di gettare un ponte verso l’esperienza urbana della Notte Blu dedicata al Vecchio Continente, “alle sue culture, alle sue tradizioni, che si snoderà in un arco temporale di 27 ore dal centro alla periferia della città di Firenze seguendo il filo conduttore dell’Europa”.

Claudio Capanni

Google+
© Riproduzione Riservata